Niki Lauda

La scomparsa di Niki Lauda non può che lasciare un vuoto difficile da colmare in tutto il mondo della Formula Uno. L’austriaco si era infatti distinto per una grande determinazione mostrata in tutto il corso della sua carriera, caratterizzata dalla conquista di tre titoli mondiali, due con la Ferrari e uno con la McLaren.

Il coraggio non gli è mai mancato ed è apparso evidente nel terribile incidente in cui è rimasto coinvolto al Nurburgring e in cui è arrivato a rischiare la vita.

Una dote evidente anche qualche mese fa in cui si è sottoposto con coraggio a un trapianto di polmone, ma con l’idea di tornare presto in pista al fianco della sua Mercedes, di cui era presidente non esecutivo. Questo desiderio non potrà essere esaudito, ma ora le Frecce d’Argento non potranno che essere ancora più risolute nel conquistare l’ennesimo successo in queste stagioni.

Una figura di grande personalità

La Mercedes sta letteralmente dominando questa stagione con cinque doppiette in altrettante gare e sembra destinata a conquistare un nuovo titolo piloti e costruttori. Inevitabilmente, però, non si può non sentire la mancanza ai box di Niki Lauda, che è sempre stato un riferimento importante per i piloti e per tutta la scuderia.

Il team tedesco non poteva quindi non esprimere il suo cordoglio a poche ore dalla sua scomparsa: “Anzitutto, da parte del team e di tutti in Mercedes, voglio estendere le nostre più sentite condoglianze a Birgit, ai bambini di Niki, la sua famiglia e gli amici. Niki resterà una delle più grandi leggende del nostro sport. Ha combinato eroismo, umanità e onestà all’interno come fuori dall’abitacolo. La sua scomparsa lascia un vuoto in Formula 1. Non abbiamo perso solo un eroe che ha prodotto il più incredibile ritorno mai visto, ma anche un uomo che ha portato preziosa chiarezza e schiettezza nella Formula 1 moderna. Ci mancherà tantissimo come la nostra voce del senso pratico. Il nostro team Mercedes ha perso anche una luce guida. Come compagno di squadra degli ultimi 6 anni e mezzo, Niki è stato sempre brutalmente onesto e assolutamente leale. È stato un privilegio annoverarlo nella nostra squadra e commovente testimoniare quando fosse importante per lui essere parte del successo del team. Che camminasse a Brackley e Brixworth o che tenesse uno dei suoi celebri discorsi motivazionali, ha portato un’energia che nessun altro può ripetere. Niki, sei semplicemente insostituibile, non ci sarà nessun altro come te. È stato un onore chiamarti il nostro presidente e un privilegio per me chiamarti amico” – sono le parole del team principal Toto Wolff.

L’omaggio della McLaren

In una giornata così triste si è unita ovviamente anche la McLaren, la scuderia con cui Niki si è laureato una volta campione del mondo.

In McLaren siamo tutti profondamente addolorati di apprendere che il nostro amico, collega e campione del mondo di Formula 1 1984, Niki Lauda, è morto. Niki resterà per sempre nei nostri cuori e fissato nella nostra storia. #RIPNiki