sticchi damiani imola

La stagione 2021 di Formula Uno vedrà ben due tappe italiane. A parte Monza, si correrà ad Imola il 18 aprile, come prima tappa europea della competizione. Il circuito era stato già inserito nel calendario della stagione 2020, dopo lo stravolgimento dovuto alla pandemia da Covid-19.

II presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, su Imola ha rilasciato delle dichiarazioni nella conferenza stampa online convocata dalla Regione Emilia-Romagna.

Soddisfatti il Presidente della regione, Stefano Bonaccini, il sindaco di Imola ed il presidente di Formula Imola.

Dichiarazioni positive anche da parte di Domenicali, CEO della Formula Uno.

Per Sticchi Damiani Imola deve diventare un appuntamento fisso

II presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani si è detto soddisfatto del ritorno in Formula Uno del tracciato di Imola, come riportato sul sito ufficiale dell’Aci “Il ritorno di Imola nel calendario 2021 di Formula1 è beneaugurante, vista la bellissima e grandissima storia di questo circuito che per 20 anni ha ospitato un Gran Premio“.

Sticchi Damiani ha sottolineato che si tratta di un obiettivo collettivo: “ACI e tutte le strutture della Federazione hanno fatto il possibile affinché questo potesse accadere, in sinergia con la grandissima determinazione delle istituzioni, a partire dalla Regione Emilia Romagna. É il risultato di un grande sforzo e di tanta volontà a livello nazionale e locale”.

Per Sticchi Damiani Imola deve diventare un appuntamento fisso nel calendario della massima competizione: “Sono davvero soddisfatto, da italiano e da grande appassionato di questo Gp. Siamo l’unico Paese che può sfoggiare due appuntamenti nel calendario: Imola e Monza formano un binomio vincente“. Ed ancora: “Oltre alla situazione pandemica attuale, mi auguro che Imola possa tornare ad ospitare saldamente il secondo Gran Premio d’Italia“.

Il commento di Stefano Domenicali

Oltre Sticchi Damiani, su Imola, anche Stefano Domenicali ha rilasciato delle dichiarazioni a SkySport: “É un giorno bello per Imola e per l’Italia, che avrà così due Gran Premi… Imola ha una grande storia, è un ritorno benaugurante. Abbiamo fatto tutto il possibile per creare questa condizione“. Ed ancora: “É un impegno importante, il risultato di un grande sforzo complessivo. Sono orgoglioso da italiano e di appassionato di questo Gp. Spero che si possa ripetere anche in futuro e che Imola possa tornare il secondo GP d’Italia“.

Il nuovo CEO della Formula Uno ha commentato la situazione attuale, come riportato dal sito ufficiale della competizione: “Non è stato semplice, ma siamo contenti di poter confermare il numero di gare che avevamo pianificato… La pandemia non ci sta ancora permettendo un ritorno alla normalità, ma abbiamo mostrato nel 2020 che possiamo correre in sicurezza“.

Su Imola ha aggiunto: “Siamo molto contenti di annunciare il ritorno di Imola: sappiamo che i tifosi stanno attendendo il ritorno in pista dopo la pausa invernale in Bahrain. Ovviamente la situazione legata al Covid-19 è fluida, ma abbiamo le competenze per correre in sicurezza anche nel 2021“.

Bonaccini spiega l’importanza del Gp dell’Emilia-Romagna

Oltre ad Angelo Sticchi Damiani, alla conferenza stampa su Imola, era presente anche Stefano Bonaccini, governatore della regione Emilia-Romagna. Il presidente ha rilasciato delle dichiarazioni, come riportato da Motorsport.com: “Il GP dell’Emilia-Romagna costituisce un’occasione straordinaria per valorizzare il nostro territorio, la diffusa capacità attrattiva, anche dal punto di vista turistico, e di innovare, e pone la nostra regione nella condizione di essere porta d’accesso per tutto ciò che di meglio il Paese può offrire“.

Sull’eventuale presenza del pubblico, Bonaccini ha aggiunto: “Ce lo auguriamo, sperando di essere nelle condizioni di poter aprire il circuito al pubblico, seppur nella capienza e nei limiti che possano garantire la massima sicurezza“.

Il presidente ha voluto sottolineare il sostegno di Domenicali: Ci ho parlato a lungo. Ci ha dato il suo sostegno, ma ci tratterà come tutti gli altri appuntamenti in calendario senza favoritismi”.

L’opinione del sindaco di Imola e di Carlo Minardi

Marco Panieri, sindaco di Imola, si è detto orgoglioso per il ritorno di Imola in calendario, come riportato da Motorsport.com: “É motivo di grande orgoglio ospitare, a distanza di pochi mesi, un nuovo Gran Premio di Formula Uno a Imola. Con il governo nazionale e con la Regione verrà valutata la possibilità di protocolli speciali per questo tipo di eventi, al fine di verificare l’eventuale presenza di pubblico“.

Sticchi Damiani su Imola ha rilasciato delle dichiarazioni, ma anche Carlo Minardi, neo presidente di Formula Imola: “La stagione 2021 dell’Autodromo, grazie al fondamentale lavoro di squadra fatto da Regione, Comune, Con.Ami e Formula Imola, parte con i fuochi d’artificio, con la conferma del GP di Formula 1 a Imola. La data è quella del 18 aprile e questo vuol dire che mancano solo tre mesi all’evento“. Ed ancora: “Sicuramente l’esperienza maturata a novembre sarà preziosa, cercheremo di ripetere il successo organizzativo del 2020, possibilmente cercando di migliorare ancora, forti dei complimenti ricevuti da tutti gli addetti ai lavori e motivati al raggiungimento di un altro grande risultato“.

Leggi anche:

Sticchi Damiani chiede finanziamenti per il circuito di Monza

La Formula Uno torna ad Imola del 2020

Confermata Imola anche per la stagione 2021

Foto in alto: Instagram Autodromo Imola