Vettel

Fare il possibile per competere ad alti livelli e non ottenere i risultati sperati può diventare frustrante soprattutto per chi già in passato ha avuto la possibilità di assaporare l’emozione che le vittorie sono in grado di regalare. In questa situazione rientra certamente Sebastian Vettel, alla ricerca di un titolo con la Ferrari che manca ormai dal 2007 e alle prese con la constatazione di non poter lottare per il Mondiale nel lungo periodo. Anche nel 2018 il tedesco da Monza in poi ha dovuto arrendersi e assistere all’ennesimo trionfo targato Lewis Hamilton. A lungo andare questo potrebbe avere ripercussioni in negativo sulle sue prestazioni.

di questo è pienamente convinto Tom Coronel, pilota reduce dalla partecipazione alla Dakar 2019.

Una critica senza appello

Sebastian Vettel aspira da tempo a ridare una gioia che i tifosi della Ferrari sognano da anni. Nemmeno nel 2018 la stagione è stata colmata, ma il giudizio dei critici è stato duplice: c’è stato infatti chi ha criticato il lavoro fatto della scuderia, non in grado di colmare del tutto le lacune rispetto alla Mercedes, mentre c’è stato chi, come Jacques Villeneuve, ha sottolineato come il tedesco non abbia lavorato al meglio.

Non sono mancate le critiche a Sebastian Vettel in questi mesi (Foto: Instagram)

Sulla stessa lunghezza d’onda del canadese ora si inserisce anche Tom Coronel, reduce dalla partecipazione alla Dakar 2019 in coppia con il fratello: ” “Questo è un periodo in cui la nuova generazione si affermerà – ha dichiarato ai microfoni di Formule 1L’anno scorso Vettel ha perso di nuovo il Campionato del Mondo ed è semplicemente rotto, sono sicuro che non sarà in grado di superare questo e spero che la Ferrari dia a entrambi i piloti la libertà di correre“.

La scommessa Leclerc sarà vinta?

Ben diverso è invece il giudizio di Coronel sul nuovo arrivo di casa Ferrari, quel Charles Leclerc che potrebbe puntare sulla spregiudicatezza tipica della gioventù: “Quello che Leclerc ha dimostrato la scorsa stagione era semplicemente pura classe e ha raccolto punti con regolarità. La Sauber naturalmente disponeva di un motore Ferrari e Leclerc è stato in grado di approfittarne“ – ha concluso.

Charles Leclerc, successore di Kimi Raikkonen in Ferrari (Foto:Twitter)

Foto immagine in evidenza: Instagram