Villeneuve

Jacques Villeneuve è uno che non ha mai avuto grandi peli sulla lingua e che non esita, quando lo ritiene necessario, a criticare scelte e comportamenti che non ritiene adeguati per chi desidera competere nel mondo del Circus. L’esperienza non gli manca, non solo in veste di pilota, ma anche per il periodo trascorso a bordo pista al fianco dell’indimenticato papà Gilles. Questa volta il suo giudizio ha fatto finire nel mirino i giovani protagonisti della Formula Uno, che agirebbero senza troppo riguardo nei confronti degli avversari. Una caratteristica che, a detta del canadese, gli ricorda Michael Schumacher.

Una critica pesante

Pur essendo trascorsi ormai diversi anni dal momento in cui ha appeso il casco al chiodo, Michael Schumacher continua a essere uno dei piloti più amati nella storia della Formula Uno.

Il tedesco si è fatto apprezzare per i numerosi successi (ben cinque Mondiali con la Ferrari), ma anche per la determinazone e la lealtà nei confronti degli avversari.

Non tutti sembrano pensarla così, ma anzi c’è chi non ha mai amato lo stile di guida e il modo di agire di Schumi e non esita a sottolinearlo. Davvero pesante è infatti il giudizio di Jacques Villeneuve: “Aveva una mancanza di rispetto assoluta per gli avversari e anche per le corse automobilistiche – ha detto al quotidiano svedese Expressen -. Con lui iniziò un’era in cui tutti fanno la stessa cosa, guardo la Formula 2 o la Formula 3 e mi chiedo onestamente come non vi siano ancora stati due o tre incidenti mortali a campionato. Le cose non vanno di certo meglio in F1 dove alcuni piloti cambiano traiettoria o si spostano in frenata“.

Emblematico quanto accaduto tra i due nel 1997, quando il canadese effettuò un sorpasso decisivo ai danni del collega subendo il tentativo di speronamento da parte di Schumacher, finito poi fuori pista.

Lo scontro in pista tra Michael Schumacher e Jacques Villeneuve

Bocciatura per Mick

Il giudizio è poco negativo anche nei confronti del figlio di Schumi, Mick, entrato da poco a fare parte della Ferrari Driver Academy e già apprezzato dagli addetti ai lavori.

In questo momento la Ferrari sta utilizzando la sua immagine anche se non è super veloce, così facendo finiranno per bruciarlo. Fino ad oggi è stato abbastanza tranquillo, ma adesso quei tempi sono passati. Se non riuscirà ad essere veloce e commetterà degli errori, probabilmente sarà criticato. Deve abituarsi a questa situazione, non c’è una via di mezzo” – ha sottolineato Villeneuve.

Ben più favorevole è invece il parere nei confronti di Lewis Hamilton, attuale campione del mondo: “Lui è un ottimo pilota e fino ad oggi non è mai andato oltre i limiti. In gara si è sempre comportato in maniera corretta e questo è ciò che lo differenzia dagli altri colleghi. Lui è un gentleman ed è la dimostrazione che si possa essere veloci pur rimanendo puliti’‘ – ha concluso.

Mick Schumacher

Mick Schumacher, erede del grande Michael

Foto in alto  – Fonte: Instagram