I 5 migliori film sulle moto

Le moto e il grande schermo: un matrimonio che a dire il vero non finisce molto spesso sotto i riflettori ma che ha saputo e sa darci delle emozioni incomparabili. La figura del biker – giubbotto di pelle, borchie, baffi cattivi e occhialoni vintage – nasce nel mondo della settima arte, prima di diffondersi nelle realtà che conosciamo.

La tematica del viaggio nella sua manifestazione cinematografica incontra quella formula perfetta che si chiama motocicletta. Potenza, vento, velocità e spirito di avventura: solo alcuni dei tanti modi d’intendere le due ruote, simbolo assoluto di libertà nella sua forma più viscerale.

Spesso la moto è stata anche “attrice non protagonista“, elemento di contorno essenziale per la fruizione estetica di una pellicola.

È il caso dei fantomatici inseguimenti di Matrix Reloaded dei fratelli Wachowski, della trilogia de Il Cavaliere Oscuro di Cristopher Nolan o anche del gradevole Terminator II.

Abbiamo setacciato gli annali del cinema alla ricerca dei migliori cinque film che avessero le moto come star. Ecco cosa ne è uscito. L’articolo continua >

5. Torque

È un film tamarro. Molto tamarro. Ma ha il pregio esclusivo di fare di motociclisti e motociclette i protagonisti indiscussi della pellicola. La trama di per sé è banale: il protagonista, Cray Ford, ritorna in città.

Deve conquistare la sua ex ragazza ma nel frattempo ha da vedersela con un agente FBI particolarmente insospettito, un trafficante di droga che rivendica un parco di moto ed una banda di motociclisti che lo reputa l’assassinio di un loro membro. In generale, però, è un lungometraggio abbastanza godibile.

4. Il Selvaggio

Marlon Brando interpreta Johnny, capo carismatico della Banda dei Ribelli Motociclisti. L’amore impossibile per la figlia dello sceriffo s’intreccerà alle rivalità con una banda nemica attraverso una potente sceneggiatura e dei paradigmi che hanno finito per segnare il mondo dei bikers.

Il film finirà infatti per segnare gli stilemi dei vari gruppi bikers dell’epoca – 1954 -, soprattutto gli Onepercenters, emarginati di fatto dall’Associazione Motociclistica Americana, a cui però appartengono i famigerati Hell’s Angels.

3. Harley Davidson & The Marlboro Man

Uscito nel 1991, ambientato nel 1996, Harley Davidson & The Marlboro Man parla di due amici, interpretati da Mickey Rourke e Don Johnson, che si rincontrano per salvare la pelle ad un conoscente in cattive acque. L’unica soluzione possibile è una folle rapina ad un furgone portavalori: svaligiato, i due protagonisti scoprono che questo non trasporta soldi ma metanfetamine.

È solo l’inizio di una epica e colossale odissea condita da colpi di scena e catchphrase all’americana.

2. Closer To The Edge

Jared Leto, star di Hollywood e cantante dei 30 seconds to Mars, è la voce narrante di un suggestivo docufilm. Il lungometraggio, con immagini, filmati e montaggi gustosi si pone come obiettivo quello di spiegare al grande pubblico in cosa consista il Tourist Trophy, la leggendaria corsa che ogni anno si svolge all’Isola di Man. La pellicola attraversa l’evento in diverse prospettive, intrecciando passato, presente e futuro con vivace brillantezza, arrivando perfino a ricordare il mitico Joey Dunlop, indimenticato pilota che ancora detiene il record di vittorie al TT, ben 26 edizioni, tragicamente scomparso nel 2000 in seguito ad uno spaventoso incidente.

1. Easy Rider

Peter Fonda e Dennis Hopper sono Wyatt e Billy: dopo aver portato a termine un incarico di narcotraffico, investono i loro guadagni in due american-style chopper, intraprendendo un rocambolesco viaggio che taglia metà gli Stati Uniti dalla California a New Orleans. I due beniamini ne passeranno di cotte e di crude fino ad un indimenticabile e scioccante epilogo. Pietra miliare del cinema, capolavoro di narrativa. Ah, sì: motociclette, america e Jack Nicholson.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo su facebook con i tuoi amici :]

Pubblicità

Potrebbe interessarti