Marquez domina a Brno

Il GP di Brno ha sancito il ritorno sulle scene del Motomondiale, sin dal sabato si era capito che l’appuntamento ceco avrebbe riservato emozioni e sorprese. I riflettori erano tutti puntati sul poleman Marc Marquez, protagonista di uno splendido momento di forma dopo la funambolica prestazione delle qualifiche.  Anche per Valentino Rossi Brno era una tappa cruciale, essendo reduce da un filotto di risultati negativi. La gara è partita con un discreto ritardo in virtù di alcuni tratti di pista pericolosamente bagnati.

Marquez in fuga domina a Brno

Non ce n’è per nessuno, Marc Marquez gestisce e domina la gara come più volte capitato in questa stagione. La supremazia del pilota spagnolo è stata tale da non considerare mai veramente in discussione la vittoria. 50esima vittoria ed ennesimo allungo in classifica per il pilota di Cervera che vede l’ottavo titolo mondiale sempre più vicino. Alle sue spalle un ritrovato Andrea Dovizioso, unico pilota in grado di tenere testa inizialmente a Marquez. Il forlivese torna sul podio e rilancia la sfida al prossimo GP d’Austria, in cui sarà presumibilmente uno dei favoriti. Chiude il podio Jack Miller, competitivo per tutto il week-end e capace di beffare all’ultimo giro Alex Rins.

Rossi primo tra le Yamaha ma lontano da Marquez

La gara di Valentino Rossi è oggetto di libera interpretazione, se da un lato il sesto posto finale rappresenta una boccata d’ossigeno in relazione alle ultime gare, è evidente che una prestazione del genere non può soddisfare. Le condizioni difficili della pista non hanno aiutato la M1, deficitaria di grip ed al limite con le gomme. Deludenti le prestazioni delle altre Yamaha, settimo Fabio Quartararo, in difficoltà in queste condizioni; undicesimo Maverick Vinales. Lo spagnolo sembrava essere il pilota con il passo gara migliore dopo le prove del venerdì, salvo poi perdersi nelle fasi di gara iniziali.