Maverick Vinales

Il Motomondiale torna in pista già in questo weekend, sempre a Jerez, per il Gp di Andalusia, seconda tappa di questa stagione. Anche nelle sessioni di prove libere di oggi le sorprese non sono mancate. A ottenere il miglior tempo nella classifica dei tempi combinati è una Yamaha, quella guidata da Maverick Viñales. Subito dietro di lui si è piazzato un altro pilota della scuderia giapponese, Valentino Rossi, pronto a riscattarsi dopo il ritiro di una settimana fa.

Grande protagonista di oggi Takaaki Nakagami, il più veloce nella seconda sessione di prove libere. Domani arriva anche Marc Marquez.

Una sessione ricca di sorprese

I tempi combinati mettono in evidenza una situazione favorevole per le Yamaha, che puntano a ripetersi dopo il successo di sette giorni fa ottenuto da Fabio Quartararo in gara. Questa volta ai primi due posti troviamo rispettivamente Maverick Viñales e Valentino Rossi.

Anche Morbidelli ha fatto bene piazzandosi a fine giornata al quarto posto, mentre il terzo miglior tempo è di Binder.

Poco confortante, invece, la situazione in casa Ducati. Solo decimo Andrea Dovizioso, addirittura 16esimo Danilo Petrucci. Ancora non riesce a trovare lo sprint migliore Alex Marquez, che non è riuscito ad andare oltre il 15esimo tempo. La vera sorpresa di oggi è stato però il pilota LCR Honda Takaaki Nakagami con il miglior tempo nelle Libere 2, davanti a Zarco, ottavo invece nella classifica dei tempi combinati.

Marquez sarà in pista domani

Marc Marquez non è sceso in pista per le due sessioni di prove di oggi, ma sarà regolarmente presente domani per le Libere 3. Dopo le prove di domattina, deciderà se correre o meno alle Libere 4 e alle qualifiche. Un gesto che sa davvero di impresa, visto che saranno trascorsi solo quattro giorni dall’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto per la frattura dell’omero subita nella gara di esordio stagionale a Jerez.

Le parole del team principal Albert Puig riportate da Motorsport.com sono state le seguenti: “Dopo l’operazione, il pilota ha iniziato a sentirsi molto bene, quindi ci ha contattati dicendoci ‘non sto così male, mi sento bene, non ho dolore, posso muovere il braccio’. Il medico inoltre ci ha informati che non c’era interessamento del nervo”. Da qui, la decisione di farlo tornare in pista a patto che anche domattina si faccia visitare. La scelta è stata possibile anche perché si corre di nuovo a Jerez: “Se fosse una nuova pista, sarebbe difficile. Ma siamo già stati qui, abbiamo provato quattro giorni e abbiamo disputato la gara, quindi Marc conosce il setup della moto e sa esattamente come guidarla su questo tracciato“.

Foto in alto: Instagram Maverick Viñales