davide tardozzi fotogramma

A poche settimane dalla partenza della nuova stagione del Motomondiale, prevista il 19 luglio a Jerez de la Frontera, un grave lutto ha colpito la Ducati. Il 5 luglio è infatti scomparsa Sandra Neri, moglie del team manager della Ducati Davide Tardozzi, dopo una lunga malattia, come riporta Ravenna Today. La donna era nata nel 1964 e aveva in comune con il marito la passione per il mondo dei motori: a Ravenna era infatti conosciutissima da chi era solito frequentare uno dei negozi che rappresentava un vero punto di riferimento per chi ama le due ruote, il negozio Motomania.

Una coppia unitissima

Ormai da tempo uno dei fulcri in casa Ducati è certamente Davide Tardozzi, il team manager, che non manca mai di dare consigli ai piloti, forte anche della sua lunga esperienza maturata in pista. Chi ha avuto la possibilità di seguire in prima persona la sua carriera da pilota non può certamente dimenticare la sua Sandra, che è stata sempre al suo fianco per dargli sostegno durante le gare.

Già da qualche anno la donna aveva però contratto una grave malattia, ma anche questa circostanza non avrebbe intaccato la solidità della coppia che, anzi, sarebbe apparsa ancora più unita. Proprio durante la recente quarantena il dirigente della “Rossa” e la sua amata consorte hanno trascorso il periodo all’insegna della semplicità tra lavori al giardino e qualche ora di riposo al sole, come riporta Corse di Moto.

Un sodalizio importante con la Ducati

I più giovani non potranno certamente ricordare molto della carriera da motociclista di Tardozzi, ma anche in questo ambito le soddisfazioni non erano mancate. Nel 1988 ha quasi conquistato il titolo in Superbike, ma si è poi rifatto nel 1991 diventando campione europeo SBK proprio con la Ducati.

Non appena ha deciso di appendere il casco al chiodo è stata quindi una scelta quasi naturale quella di legarsi, con un ruolo importante, alla scuderia di Borgo Panigale (ad eccezione di una breve fase in BMW). Il suo ruolo durante l’esperienza con la Ducati in Superbike gli ha permesso di collaborare con piloti importanti come Fogarty, Bayliss e Hodgson e Toselan, a cui si aggiunge la conquista di sette successi iridati nel campionato riservato alle moto derivate di serie. Dal 2014 è poi passato alla Ducati in MotoGp, periodo in cui Andrea Dovizioso è diventato per tre volte vice campione del mondo.

Foto in alto: fotogramma canale youtube Actualités & Avis des Consultants Moto