Marquez

In casa Honda la stagione è iniziata a due facce: da una parte il predominio di Marc Marquez, tornato in testa al Mondiale dopo essersi messo alle spalle la caduta di Austin, dall’altra le prestazioni decisamente insufficienti rispetto alle aspettative di Jorge Lorenzo. Le voci su un possibile addio del maiorchino non mancano in queste settimane, ma lui per ora nega questa ipotesi.

Le gerarchie sono chiare

Non appena è stato annunciato l’arrivo di Jorge Lorenzo alla Honda le perplessità non erano mancate. Molti addetti ai lavori, infatti, non avevano nascosto come ritenessero difficile la convivenza tra due “primedonne” del calibro di Marc Marquez e dello stesso maiorchino.

Alla prova dei fatti appare evidente come il campione del mondo continui a essere vicino alla conquista dell’ennesimo titolo, mentre il compagno di squadra fatica a trovare la giusta sintonia con la moto.

La personalità non manca al cinque volte iridato non manca e lui ci ha tenuto a ribardirlo in vista della gara in Francia: “Jerez è stata importante, ma ancora di più lo sono stati i 25 punti conquistati – ha detto Marquez in conferenza stampa -. Sono contento, anche i test hanno dimostrato che eravamo competitivi. Abbiamo provato tutto, la strada è quella giusta. Le Mans è una pista `stop and go´, si riparte da zero, serve la mentalità giusta e ottimismo” .

Marc Marquez
Marc Marquez in pista (Foto: Instagram)

Le voci su un possibile addio a fine stagione del collega non mancano, ma Marc è concentato innanzitutto sulla pista: “Non credo sia questa l’intenzione di Honda – prosegue -. Non dimentichiamo che siamo alla quinta gara: sappiamo tutti che Jorge è un pilota veloce, ma che ha bisogno di un periodo di adattamento. Ha una moto vincente e se qui o al Mugello andasse bene tutto cambierebbe, ma ci sono momenti in cui si soffre e il pilota è il primo a subire“.

Colleghi sì, ma oprattutto in lotta per uno stesso obiettivo. Su questo Marquez ci tiene a puntualizzare: “A me interessa la situazione del mio compagno di box, ma è pur sempre un altro rivale in pista“.

Lorenzo vicino al passo d’addio? Ecco cosa pensa

Le prestazioni di Jorge Lorenzo in queste prime gare sono state certamente insufficienti. Da uno come lui, che sa cosa significhi competere ad alti livelli, ci si aspettava certamente di più. Questo ha però contribuito a dare adito a chi pensa che la Honda non sia disposta ad attenderlo ancora a lungo.

marquez-lorenzo
Marc Marquez e Jorge Lorenzo, la coppia della Honda per il 2019 (Foto: Instagram)

È lui stesso ad ammettere le difficoltà avute in questi primi mesi: “La Honda non è una moto naturale per me, per il mio stile di guida – ha sottolineato -. È una moto che devi guidare frenando tardi e buttandola in piega, devi essere reattivo, l’ho capito subito. Però neanche guidare la Ducati è stato naturale per me, per riuscirci mi sono serviti tempo e chilometri, come ora”.

Addirittura c’è chi pensa che sia arrivato un ultimatum dalla scuderia giapponese: senza un’inversione di tendenza in tempi brevi sarebbe inevitabile l’addio a fine stagione.

Il pilota smentisce questa ipotesi: “Io posso solo dire che nessuno mi ha mai parlato di un ultimatum né abbiamo mai discusso di questo tema. Non so se sia veramente così. È qualcosa che non dipende comunque da me, io so di avere due anni di contratto e dobbiamo essere coscienti che ci aspetta un processo di adattamento lungo” – ha concluso.