MotoGP, Marquez lo ammette: "Continuo a imparare da Rossi e Lorenzo"

Padre e padrone della MotoGp, anche a parole. Marc Marquez è convinto che i suoi reali avversari per il mondiale non siano Dovizioso e Petrucci bensì Viñales e Quartararo. Una posizione senza dubbio originale e un po’ in controtendenza visto che Dovizioso è stato vice-campione nel mondo nelle ultime due stagioni. Fino a qualche settimana fa il binomio Honda-Ducati sembrava avere la meglio sugli avversari, ma qualcosa è cambiato.

Viñales e Quartararo, urlo Yamaha

Negli ultimi due gran premi, è salito in cattedra Viñales.

Primo ad Assen e secondo a Sachsenring. Il compagno Quartararo non è stato da meno e ha piazzato due pole position. La Yamaha viaggia a velocità spedita e la Ducati sa che non può rallentare il passo. Le due Ducati infatti hanno sofferto nelle ultime settimane e la Yamaha ha fatto un balzo avanti Viñales, che ha vinto ad Assen ed ha chiuso secondo al Sachsenring.

Veloce anche Quartararo, autore delle ultime due pole position. Il vantaggio di Marquez è considerevole, ma sa che le Yamaha sono calde: “La Ducati tornerà ad essere molto veloce, ma in questo momento i piloti da battere sono quelli della Yamaha, Viñales e Quartararo. Penso che saranno i più veloci nella seconda parte del campionato”.

Anche Danilo Petrucci ritiene che ora Maverick Viñales possa diventare un’autentica spina nel fianco per le Ducati, che sentono il fiato sul collo: “Voglio lavorare di più, non perché ne ho bisogno, ma perché questo mi rende più affamato per il resto della stagione. Mi motiva molto, perché ora voglio finire tra i primi tre. Al momento le cose sono difficili, ma ci dobbiamo credere e soprattutto in fabbrica devono lavorare e credere che sia ancora tutto possibile”.

Classifica MotoGp, Marquez padrone

Dopo la vittoria di Sachsenring, Marquez ha portato a 58 i punti di vantaggio su Dovizioso, secondo in classifica con 127 punti. Terzo posto per Petrucci, che dista solo 6 lunghezze dal compagno di squadra. Viñales ha solo 85 punti, ma viaggia a velocità supersonica. Per il Mondiale nulla da fare, ma non è escluso che se continua ad andare così veloce possa salire sul podio…