maverick vinales

Maverick Viñales dedica il suo primo posto al MotoGp di Sepang ad Afridza Munandar, il pilota scomparso ieri dopo una terribile caduta proprio sul circuito della Malesia, durante l’Asian Talent Cup. Anche Marquez ricorda il giovanissimo pilota a margine del suo trionfo e sottolinea che la più grande soddisfazione per lui è la vittoria del campionato di Moto2 del fratello, Alex. Oggi, il campione del mondo batte anche il record punti del compagno di squadra.

Arrivato al terzo posto, Dovizioso afferma che Valentino Rossi ha rappresentato un elemento di disturbo ma che sfidare in corsa il Dottore è sempre una soddisfazione perché è “pulito“, mettendo in evidenza la sua lealtà nello sfidare gli avversari.

Maverick Viñales dedica la vittoria ad Afridza Munandar

Maverick Viñales è orgoglioso del suo trionfo a Sepang e lo commenta con queste parole: “È stata una gara incredibile. Ci siamo preparati benissimo nel corso del fine settimana“. Il pilota ha poi dedicato la sua vittoria a Afridza Munandar, pilota 20enne morto ieri dopo un incidente sul circuito di Sepang: “Dedico questa vittoria a lui. Era il mio preferito nel campionato“. Il “re di Sepang”, Viñales, ha poi aggiunto: “Non si può dimenticare Munandar, purtroppo il mondo delle corse è così, un abbraccio alla famiglia“.

Maverick Viñales sul suo primo posto, difeso dall’inizio della gara, ha infine messo in evidenza che aveva grandi aspettative: “Sapevo di  avere un bel potenziale e sono riuscito a spingere dal primo giro“.

Marquez: è record punti

Anche Marquez ha dedicato il suo secondo posto al giovanissimo pilota dicendo che “oggi tutti correvano per lui“, poi ha sottolineato la soddisfazione per il fratello, Alex, vincitore al mondiale di Moto2.

A Sepang, Marc Marquez sale sul podio e batte il record punti detenuto dal compagno di squadra, Jorge Lorenzo, dal 2010, arrivando a quota 395 punti contro i 383 dell’altro pilota Honda.

Dovizioso e la sfida con Valentino Rossi

A Sepang, Dovizioso e Valentino Rossi si sono sfidati praticamente per tutta la gara per ottenere il terzo posto. Ma il pilota Ducati non è arretrato di un millimetro e alla fine è salito sul podio aggiudicandosi il terzo posto.

A margine della gara ha commentato: “Speravo di avere il passo di Marc, ma non sono riuscito a stare né con lui, né con Maverick Viñales anche se il gap non era poi così grande. A un certo punto è calata anche la gomma“. Rispetto poi alla sfida con il Dottore, Dovizioso ha affermato: “Vale non molla mai. È molto aggressivo, ma pulito. Bene aver vinto il duello“.

Valentino Rossi con il fiato sul collo di Dovizioso

Anche Valentino Rossi ha parlato del MotoGp in Malesia ai microfoni di SkySport: “Sono partito abbastanza bene, la Ducati mi ha superato, però i primi giri sono andato molto forte e sono contento“. Riguardo poi alla sfida per il terzo posto con Andrea Dovizioso, il Dottore ha detto: “Sono arrivato su Dovizioso e abbiamo fatto una bella lotta, ho sperato fino alla fine che andasse in difficoltà con le gomme ma alla fine ci sono andato io“.

Per il futuro Valentino Rossi è ottimista: “Sono conteno perché ho guidato bene, ho imparato un bel po’ di cose in questo weekend. La Yamaha sta lavorando si sta impegnando nel 2019 è iniziato un nuovo corso“.

La delusione di Quartararo

Fabio Quartararo che partiva primo, dopo essersi conquistato la pole durante le qualifiche, finisce la gara con l’amaro in bocca piazzandosi settimo. A margine del MotoGp in Malesia commenta ai microfoni di Sky Sport: “Una gara molto difficile, la partenza è andata male, nel primo giro non riuscivo a frenare, la pressione è andata molto su“. Poi, conclude dicendo che il team dovrà lavorare per il prossimo Gp: “Dobbiamo stare tranquilli e lavorare bene per Valencia“.

Foto in alto: fotogramma Twitter MotoGp