francesco pecco bagnaia in pista

La stagione non è iniziata nel migliore dei modi per diversi protagonisti del Motomondiale: da Alex Rins a Cal Crutchlow fino al “clamoroso” caso di Marc Marquez. In occasione delle prove libere a Brno, Francesco “Pecco” Bagnaia è caduto nei pressi della Curva 1, nella fase finale del primo turno. In seguito ai primi accertamenti, è emersa una frattura alla tibia e i medici hanno affermato che sarà necessario un intervento.

La brutta caduta di Bagnaia a Brno

Francesco “Pecco” Bagnaia si era subito messo in evidenza nelle prime gare stagionali, ma a Brno è stato protagonista di un episodio che lo terrà quasi sicuramente lontano dalle piste per un po’. Proprio quando stava terminando la prima sessione delle prove libere, il pilota è caduto. In un primo momento si era ipotizzato un possibile danno al ginocchio, che era apparso gonfio.

Gli accertamenti a cui è stato sottoposto hanno però messo in evidenza una situazione ben peggiore.

L’italiano è stato infatti accompagnato in ospedale per accertamenti, da cui è emerso una diagnosi tutt’altro che rassicurante: frattura della tibia e necessità di eseguire un intervento chirurgico. “Le radiografie evidenziano una frattura alla tibia, che andrà sicuramente operata. Adesso sta facendo la risonanza magnetica per capire se c’è un interessamento dei legamenti” – sono state le parole del team manager della Pramac Francesco Guidotti ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

La ripresa non sarà breve

Una situazione di questo tipo impone certamente la massima cautela. Data e luogo dell’intervento devono però ancora essere decise dalla scuderia, in accordo con il pilota: “Appena abbiamo informazioni più dettagliate, decideremo come, dove e quando operarlo, però sicuramente il più velocemente possibile. Rientrerà in Italia al 100%, dove è ancora da decidere in base alla tipologia di intervento da fare“.

Il nome di “Pecco” sembrava essere uno dei papabili per il passaggio alla Ducati ufficiale. Questo problema potrebbe quindi ritardare ogni ipotesi di promozione. Incerta invece la data del suo rientro, oltre a Brno salterà quasi certamente anche il Gp in Austria, mentre non sembrano esserci grandi dubbi sul suo sostituto, che dovrebbe essere Michele Pirro: “Entro oggi, massimo domani, decideremo il sostituto per l’Austria e Michele è il primo candidato” – ha concluso il dirigente.

Foto in alto: Shutterstock