Brasile

La Dorna, la società che gestisce il Motomondiale, ha deciso di introdurre nuovamente nel calendario delle due ruote una tappa che mancava ormai da 15 anni, quella in Brasile. A differenza del passato, si correrà però in un nuovo circuito. L’accordo sarà in vigore a partire dal 2022 e sarà valido per cinque anni, quindi almeno fino al 2026.

Un nuovo circuito in arrivo

Il Brasile tornerà ad accogliere i protagonisti del Motomondiale, ma su un circuito completamente rinnovato, presso la località Deodoro, a Rio de Janeiro e che dovrebbe prendere il nome di Rio Motorpark.

L’obiettivo degli organizzatori della gara è quella di portare a termine i lavori entro il 2021, mentre resta ancora da stabilire in quale periodo dell’anno la corsa sarà inserita in calendario.

In base a quanto trapela, la pista avrà una lunghezza di 4,5 km, per un totale di 13 curve (sette a sinistra e sei a destra). Risale al 2004 l’ultima gara disputata nel Paese Sudamericano, sul circuito di Jacarepaguá, poi abbattuto per la realizzazione del Parco Olimpico, indispensabile in vista delle Olimpiadi che si sarebbero tenute in città.

 

Un incentivo anche per il turismo

Il numero uno di Rio Motorsport JR Pereira non ha mancato di ringraziare la Dorna e il suo CEO Carmelo Ezpeleta per la scelta fatta, convinto che il ritorno della due ruote in Brasile possa fare bene a tutto il Paese.

Abbiamo formalizzato un accordo su cui si è lavorato per più di due anni. Siamo molto grati a Carmelo Ezpeleta e alla sua squadra per realizzare il sogno di portare di nuovo la MotoGP — ha spiegato JR Pereira, presidente di Rio Motorsports -. Sono molto orgoglioso di annunciare il ritorno del MotoGP a Rio de Janeiro una delle città più iconiche del mondo e situata in un Paese incredibile. Il Brasile è un mercato importante per il motociclismo e per gli sport motoristici, vanta una storia di cui essere orgogliosi, nonché un futuro brillante e di cui sono entusiasta di vedere che la MotoGP svolgerà un ruolo così importante col nostro ritorno nel 2022”.

Questo potrà essere un incentivo per migliorare ulteriormente l’area sud ovest della città.

 

Foto in alto: Twitter