Casey Stoner

Tutto il mondo delle due ruote aspetta ancora l’inizio del campionato di MotoGp. Le ultime notizie però non sono confortanti. È stato infatti ufficialmente cancellato il Gp del Giappone e ciò significa che almeno fino a novembre, le gare si svolgeranno solo in Europa. Intanto Casey Stoner rilascia un’intervista con Chris Vermeulen nel programma Under The Visor nella quale rivela qualche tratto del suo passato. L’ex campione pensa a un ritorno in MotoGp e dedica parole di ammirazione per il suo connazionale Jack Miller, da poco promosso al team ufficiale Ducati.

“Le gare non erano sempre la parte più bella”

Dopo una brillante carriera in MotoGp, nel 2012 Casey Stoner ha deciso di ritirarsi. La nostalgia dell’asfalto però è ancora viva nell’ex pilota e, come riporta Motorsport, nell’intervista dichiara: “A volte ho voglia di tornare, non necessariamente per correre, ma per stare con la mia squadra.

Può sembrare stupido, ma mi piacevano tantissimo le prove libere, le qualifiche. […] Le gare invece non erano sempre la parte più bella. Non si poteva commettere alcun errore, era invece molto facile sbagliare. C’era molta pressione ed era un vero sollievo finire la gara, che vincessi o meno. Soprattutto se avevo fatto bene il mio lavoro”.

Dopo il ritiro, l’ex pilota ha tentato la strada del collaudatore per il team Honda ma ci sono state alcune pressioni da parte della giovane promessa, che non mi voleva lì intorno”: chiaro riferimento a Marc Márquez. In seguito ha così deciso di tornare a lavorare in Ducati, ma anche qui non andò come sperava: “Sapevo che lavoravamo molto bene insieme, sapevo ciò che volevano i piloti, ma purtroppo a volte non lo capiscono. Il lavoro è stato molto duro e vivere in Australia ha reso le cose un po’ più complicate, così mi sono fatto da parte.

Il ritorno in MotoGp, le parole per Miller

Stoner ci lascia intravedere un suo ritorno in MotoGp, infatti dichiara: Credo di avere ancora molto da dare al nostro sport, potrei aiutare in alcuni aspetti dando una visione diversa. Non dico che arrivo e sistemo tutto, ma so cosa bisogna fare per vincere. […] Ad essere sincero, mi piacerebbe partecipare più attivamente in MotoGp.

È ormai ufficiale l’ingaggio di Jack Miller in Ducati per la stagione 2021 e Stoner esprime ammirazione per il suo connazionale: “È maturato molto negli ultimi anni, mi ha stupito il suo modo di allenarsi, di lavorare e di migliorare, questo si vede nei risultati. Sembra essere cresciuto sotto ogni aspetto, anno dopo anno è diventato sempre più costante nei risultati. Penso che stia facendo un grande lavoro e Ducati ha preso la giusta decisione