valentino rossi saluta yamaha

La stagione 2020 di MotoGP si è conclusa con il Gran Premio del Portogallo. L’ultima vittoria, sul tracciato di Portimao, è andata ad Oliveira.

Dopo l’assegnazione del titolo Mondiale Piloti 2020, conquistato da Joan Mir, già con il Gran Premio di Valencia, adesso anche il Mondiale Costruttori 2020 ha il suo team vincitore. La Ducati si è aggiudicata la competizione tra scuderie. Il premio mancava al team dal 2007. Il Mondiale alla Ducati è arrivato il giorno dell’ultima gara di Andrea Dovizioso, che lascia il team.

Allo stesso modo, Valentino Rossi saluta la Yamaha ma continuerà nel team satellite Yamaha Petronas. Il campione ha recentemente rilasciato delle dichiarazioni proprio sul suo lungo rapporto con la scuderia. Anche il Managing Director Lin Jarvis ha voluto salutare Valentino Rossi.

Valentino Rossi saluta la Yamaha, Jarvis emozionato

Valentino Rossi saluta la Yamaha ed il Managing Director Lin Jarvis ha condiviso le sue emozioni, come si legge sul sito ufficiale della scuderia: “Questo è un momento emozionante.

È sempre triste dire addio, soprattutto alle persone che sono state una parte così vitale della squadra. Ma niente nella vita è per sempre, niente rimane uguale e questa è anche la natura della MotoGP”. Ed ancora: “La situazione nel paddock è in continua evoluzione. Le persone entrano nella squadra, alcuni se ne vanno e altri tornano“.

Jarvis ha voluto ripercorrere i 15 anni di collaborazione tra la scuderia e Valentino Rossi, ricordando i numerosi successi: “Il 2020 è stata la quindicesima stagione di Valentino con il team Yamaha Factory Racing MotoGP. Ho ricordi molto vividi di questi anni. Ci sono stati alti e bassi, è stato un giro sulle montagne russe, ma i suoi risultati in Yamaha sono davvero impressionanti: 4 Campionati del Mondo MotoGP, 255 Gran Premi, 56 vittorie, 142 podi. È incredibile quanto abbia ottenuto“.

Per Jarvis è solo un “cambio della guardia”

Valentino Rossi saluta la Yamaha, ma il Dottore continuerà a gareggiare nel team satellite Yamaha Petronas. Jarvis ha voluto sottolineare che la collaborazione tra il pilota e la Yamaha di fatto continua: “Nel caso di Valentino si tratta di quello che definirei un cambio della guardia. Anche se sta lasciando il Team Factory Yamaha MotoGP, questa non è la fine della sua carriera. Questo non è uno scenario di addio completo, questo è un momento di transizione. È importante, comunque, perché Valentino fa parte della nostra squadra da così tanto tempo”.

Valentino Rossi, resterà comunque parte della famiglia Yamaha: “Ma l’anno prossimo sarà nella porta accanto, quindi resterà vicino. Il suo status di pilota ufficiale continua e continuerà a guidare una YZR-M1 ufficiale con il pieno supporto di Yamaha Motor Co., Ltd”.

Infine il Managing Director ha sottolineato che alcuni membri del team seguiranno Valentino Rossi nella sua nuova avventura: “Porterà con sé anche il capo squadra David, il tecnico dei dati Matteo e l’analista delle prestazioni dei piloti Idalio, quindi sarà circondato da alcuni volti familiari nel garage Petronas Yamaha SRT“.

valentino rossi saluta yamaha
Instagram Yamaha

Leggi anche:

La Ducati vince il Mondiale Costruttori 2020

Oliveira trionfa a Portimao nell’ultimo Gp della stagione 2020

Valentino Rossi commenta il suo addio alla Yamaha

Foto in alto: Instagram Yamaha