Primo piano di Valentino Rossi

Nella gara di ieri al GP d’Austria è successo un incidente che ha avuto come protagonisti diretti a Johann Zarco e Franco Morbidelli, ma anche Valentino Rossi e Maverick Viñales. Per fortuna l’incidente non ha lasciato feriti: tanto Zarco come Morbidelli sono caduti ma non hanno subito danni e potranno tranquillamente partecipare agli appuntamenti per il prossimo weekend.

In sostanza, nel 9° Morbidelli prova a superare all’esterno Zarco, lui si allarga, frena ed entra in contatto con la moto di Franco.

In questo modo, la Yamaha vola dritto ad altissima velocità e alla curva 3 passa per un soffio tra Valentino e Vinales, sfiorando il casco di Rossi.

Nonostante la buona riuscita, la manovra di Zarco ha lasciato sconvolti agli altri piloti che considerano che poteva andare molto peggio e, soprattutto, che, secondo i protagonisti, il pilota francese poteva assolutamente evitare di fare la mossa che ha causato l’incidente.

Valentino Rossi: “Il rischio più grande della mia carriera”

Alla fine della gara, Valentino Rossi ha rilasciato le sue dichiarazioni sull’accaduto, mostrandosi ancora sconvolto per l’enorme rischio che ha rappresentato. Per il “Dottore” è stato un vero shock, anche se sul momento non è riuscito a cogliere tutti gli elementi: “sono arrivati due proiettili: ho visto bene la Ducati di Zarco, mentre la moto di Morbidelli non l’ho neanche vista, l’ho vista dopo nelle immagini”, racconta ai microfoni di Skysport.

Sulla causa dell’incidente, Rossi non ha dubitato:Zarco gli ha tagliato la strada apposta. Secondo il pesarese, il pilota francese dovrebbe essere penalizzato dalla Direzione della Gara, visto che questo sembra essere un comportamento abituale: “nell’ultima gara a Brno ha steso Pol Espargaró, anche se poteva evitare l’incidente. Anche qui a Spielberg l’ha fatto apposta, ha danneggiato Morbidelli per non farsi superare, il risultato è stato mandare a terra Franco. Alla fine ci potevo andare di mezzo anche io che ero più avanti”.

Morbidelli: “È un mezzo assassino”

Senza mezze parole, Franco Morbidelli ha commentato l’incidente dando piena responsabilità a Johann Zarco:E’ un mezzo assassino. Fare una frenata così a 300 all’ora vuol dire avere poco amore per se stessi e per quelli con cui stai correndo”, dichiara a Skysport.

Inoltre, “Morbido” ha detto di essere dispiaciuto visto che non è riuscito ad evitare la caduta: “nel momento in cui sono andato a frenare Zarco ha cambiato traiettoria probabilmente per proteggersi. Quando è andato verso l’esterno sono stato risucchiato dalla scia e non ho potuto fare altro che prenderlo”, spiega  l’italobrasiliano.

Nonostante la spettacolarità della caduta, che si può apprezzare nel video condiviso sull’account Twitter di MotoGP, né Johann Zarco né Franco Morbidelli presentano fratture o contusioni gravi e sarebbero in condizioni di continuare a gareggiare nei prossimi appuntamenti.

Foto in alto: Shutterstock