21 Mar 2019 | Aggiornato alle 17:30

Buone notizie per Lauda: vicine le dimissioni dall’ospedale

In base a quanto rivelato da un portavoce della struttura l'ex pilota potrebbe tornare a casa la prossima settimana

8 gennaio 2019 08/01/2019
Lauda

Il mondo dei motori è ancora in ansia per le condizioni di Niki Lauda, ricoverato in terapia intensiva domenica a causa di una sindrome influenzale piuttosto grave contratta in occasione delle festività natalizie. L’ex pilota austriaco era tornato a casa solo da poche settimane dopo il lungo ricovero a cui era stato costretto per il trapianto di polmone d’urgenza a cui è stato sottoposto in estate e deve quindi prestare la massima cautela anche in caso di malattie apparentemente normali per questa fase dell’anno. Il momento delle dimissioni potrebbe però essere già vicino.

Torna l’ottimismo attorno a Lauda

Un trapianto è certamente un intervento da non sottovalutare e soprattutto nel post operazione è necessario osservare la massima cautela. Anche una semplice influenza può avere gravi conseguenze se il paziente non viene seguito in modo scrupoloso. In questa situazione rientra pienamente anche Niki Lauda, finito sotto i ferri d’urgenza lo scorso agosto.

La preoccupazione non è quindi mancata non appena si è venuti a sapere del nuovo ricovero presso il Policlinico di Vienna dell’attuale presidente non esecutivo della Mercedes. Il 69enne nel corso delle vacanze natalizie ha contratto la febbre e così i medici hanno deciso di fargli trascorrere qualche giorno in ospedale soprattutto per motivi precauzionali.

Niki Lauda e il team principal della Mercedes Toto Wolff (Foto: Instagram)

Già da ora però la situazione sembra volgere al meglio. L’ex pilota della Ferrari potrebbe infatti fare ritorno nella sua abitazione già a partire dall’inizio della prssima settimana. A rivelare la buona notizia che non potrà che rallegrare tutti gli appassionati del Circus è una portavoce dell’ospedale AKH di Vienna. “Un virus influenzale ha colpito la sua famiglia e successivamente è stato portato qui da noi. Dovrebbe tornare a casa la prossima settimana–  sono le parole che giungono direttamente dal nosocomio situato nella capitale austriaca. 

Sulla stessa lunghezza d’onda sembra essere anche la testata locale Österreich il momento delle dimissioni dovrebbe arrivare entro un massimo di tre-quattro giorni. Se non ci fossero ulteriori complicazioni crescono quindi le possibilità di rivedere il dirigente già alla ripresa della nuova stagione prevista il prossimo marzo.

Niki Lauda, presidente non esecutivo della Mercedes (Foto: Flickr)

Foto immagine in evidenza: Flickr