L’uomo da battere dopo le prime 4 gare del campionato è sempre lui, Marc Marquez con la vittoria a Jerez si è ripreso la leadership del campionato, e senza l’errore di Austin sarebbe ancor più lontano dagli inseguitori. Il 26enne di Cervera è in uno dei momenti di forma migliori della sua straordinaria carriera. L’ottavo mondiale è l’obiettivo da raggiungere alla fine di questa stagione, traguardo certamente non impossibile in virtù di un inizio di campionato entusiasmante. Aggiungere l’ottavo titolo iridato alla sua già ricca bacheca, vorrebbe dire avvicinare ulteriormente i 9 mondiali di Valentino Rossi. Proprio dal rivale di Tavullia, Marquez ha recentemente ammesso di imparare ancora molto.

Marquez analizza il suo momento: “Ognuno ha la sua era”

I risultati sempre positivi del 40enne Valentino Rossi non sono passati inosservati al campione del mondo in carica, che seppur protagonista di un astio che dura ormai da tempo con il rivale italiano, ha sempre dimostrato stima e voglia di apprendere. Secondo Marquez, la MotoGP vive di ere, prima Rossi, ora lui, scommettendo in futuro sul giovane Quartararo: “Sono consapevole che un giorno arriverà qualcuno che sarà più veloce di me. Questo è lo sport, questa è la vita. Ognuno ha la sua era. Gli anni passano e ad un certo punto nello sport arriva il momento in cui arriva un calciatore o un pilota più giovane. E’ un processo naturale. Ho imparato tante cose da Valentino, sto ancora imparando da lui. Quello che fa è incredibile. Ora però è arrivato Quartararo”, le sue parole a Speedweek.

Credits: Pagina Facebook Marc Marquez

Il ritiro è molto lontano: “Smetterò quando sarò preso a calci nel sedere”

Parlare di ritiro per un pilota di 26 anni sembra quanto mai paradossale, tuttavia non sono mancati nel motomondiale esempi di questo tipo, su tutti il ritiro di Casey Stoner all’età di 27 anni. Questa ipotesi non sembra coinvolgere però Marc Marquez che ha idee ben chiare sul suo futuro: “A Jerez abbiamo visto altri talenti che sono veloci. Questo è lo sport. A Jerez ero il più anziano tra i primi 3 in qualifica e sul podio domenica. In qualifica c’erano Quartararo e Morbidelli e in gara Rins e Vinales. Ho solo 26 anni. Questo significa che la generazione più giovane ha raggiunto il top. A 26 anni però mi sento ancora molto giovane. Non sai mai quando finisce il tuo tempo. Il presente però ha un sapore dolce. Nessuno può sapere quando finirò di vincere. Resterò in MotoGP finché non mi cacceranno a calci nel sedere. Se non ti fai male e tieni la tua condizione ad alto livello puoi arrivare anche fino a 40 anni“.

Credits: Pagina Facebook Marc Marquez

Credits immagine in alto: Pagina Facebook Marc Marquez\Valentino Rossi VR46 Official