Alonso

Il richiamo dei motori sembra essere davvero irrestibile per Fernando Alonso. Nonostante lo spagnolo abbia ormai deciso (salvo ripensamenti) di dare l’addio alla Formula Uno, la voglia di mettersi alla prova con nuove sfide non manca di certo. L’ex ferrarista ha infatti scelto di prendere parte all’edizione 2020 della Dakar. La preparazione con il team Toyota è già iniziata.

Alonso, una nuova sfida da vincere

Per gareggiare ad alti livelli in Formula Uno è necessaria certamente una monoposto competitiva, ma sono altrettanto determinanti la determinazione e la capacità di resistere alle pressioni che si respirano dentro e fuori la pista. Queste caratteristiche non sono certamente mancate a Fernando Alonso, uno che si è laureato per due volte campione del mondo, ma che ha ora deciso di provare a ritagliarsi importanti soddisfazioni anche al di fuori del Circus.

E un nuovo obiettivo da raggiungere è già a portata di mano: lo spagnolo ha infatti deciso di prendere parte alla Dakar 2020 con il supporto del team Toyota. Anche in questa occasione l’ex ferrarista non vuole trascurare alcun dettaglio e ha già programmato una serie di test che lo porteranno in Europa, Africa e Medio Oriente. Una fase davvero cruciale proprio perché gli permetterà di migliorare le sue doti di guida in fuoristrada.

Miglioramenti costanti

Anche in questa nuova avventura Alonso sta dimostrando le sue doti e la capacità di adattamento al percorso che si troverà ad affrontare. In Toyota sono già entusiasti: “Nel marzo di quest’anno, abbiamo completato con successo una valutazione di Fernando al volante della nostra Toyota Hilux, vincitrice della Dakar, e si è rivelata un’esperienza di apprendimento preziosa – ha detto Glyn Hall, responsabile del team -. Non solo Fernando si è goduto l’esperienza, ma abbiamo potuto vedere il suo adattamento ed i suoi miglioramenti ogni volta che si metteva al volante. Era chiaro che volesse assorbire il più possibile di tutto quello che gli abbiamo mostrato. I rally raid sono una cosa nuova per lui e sono certo che abbia l’abilità e lo spirito per affrontare questa sfida. Come campioni in carica della Dakar, e con una lunga esperienza, sono fiducioso di poter lavorare bene insieme a Fernando per costruire la fiducia necessaria a correre tra qualche mese“.

Lo spagnolo sarà impegnato già il 13 e 14 settembre nei rally raid alla Harrismith 400.

L’ex ferrarista non può nascondere la sua soddisfazione: “Sono davvero entusiasta di continuare la mia avventura con Toyota Gazoo Racing – ha detto -. Insieme abbiamo ottenuto tanti successi da quando ho guidato la TS050 per la prima volta a novembre 2017, con le nostre due vittorie consecutive e la conquista del Mondiale Endurance insieme a Sebastien (Buemi) e Kazuki (Nakajima)“.

 

Foto in alto: Twitter