bonus-mobilita-come-richiederlo

A partire da oggi, martedì 3 novembre, è possibile richiedere il Bonus Mobilità, previsto per chi ha acquistato nei mesi scorsi biciclette, e-bike e monopattini. Chi ne ha diritto deve quindi collegarsi ad una piattaforma del Ministero dell’Ambiente per presentare la propria richiesta a partire da oggi. Al fine di ottenere il bonus, conterà la data di inserimento della richiesta e non quella dell’acquisto. Vediamo quindi come richiedere il bonus mobilità.

Bonus mobilità: come richiederlo

A diversi mesi di distanza dall’approvazione del provvedimento, è ora possibile fare la richiesta del Bonus Mobilità e ottenere così l’incentivo. L’agevolazione spetta a chi ha provveduto negli ultimi mesi ad acquistare biciclette, e-bike e monopattini, come previsto dal provvedimento approvato dal governo.

Gli incentivi sono stati suddivisi in due generi a seconda della situazione di ognuno: chi ha effettuato un acquisto dal 4 maggio al 3 novembre 2020 potrà ottenere un rimborso del 60% fino a un massimo di 500 euro.

Nel secondo caso, invece, ne avranno diritto gli utenti che non hanno ancora effettuato un acquisto; in questo caso è previsto un buono di spesa digitale, da generare sull’applicazione web del Ministero dell’Ambiente (www.buonomobilità.it).

Ma, come richiedere il bonus mobilità? Dopo essersi collegati al sito, la domanda può essere presentata tramite SPID o tramite il documento d’acquisto intestato a proprio nome debitamente scannerizzato e trasformato in pdf. Se invece si vuole richiedere il bonus, ma ancora non è stato effettuato l’acquisto sarà necessario lo Spid.

I requisiti per ottenere il bonus mobilità

Dopo aver spiegato come richiedere il bonus mobilità, è importante ricordare i requisiti. Potranno ottenerlo i cittadini maggiorenni che hanno la residenza (e non il domicilio) nei capoluoghi di regione, nei capoluoghi di provincia (anche sotto i 50.000 abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei Comuni delle città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti). Sono 14 le città metropolitane, ovvero Palermo, Bari, Cagliari, Torino, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Reggio Calabria, Messina, Roma Capitale, Catania, Venezia.

Chi ha già effettuato il proprio acquisto e dovrà presentare la richiesta per il Bonus Mobilità riceverà il proprio rimborso tramite un bonifico. Questo avverrà direttamente sul proprio conto corrente bancario. Nel caso in cui invece l’acquisto non sia stato ancora eseguito, si potrà presentare il buono ottenuto al negoziante. Questo riceverà così l’indennizzo direttamente dal Ministero.

Leggi anche:

Mobilità, non solo bici e monopattini: le idee per sostenere il mondo delle 2 ruote green

Idee per rinnovare l’auto? Se scegli l’elettrico potresti accedere ad alcune agevolazioni

Bonus auto 2020: più modelli permettono di ottenere il rimborso