auto-carabinieri

Il nostro Paese sta fronteggiando le conseguenze della seconda ondata di Coronavirus e, sebbene ci siano miglioramenti in termini di contagi, non si può ancora abbassare la guardia. La suddivisione delle regioni in zone gialle, arancioni e rosse, con relative limitazioni, è da un lato una misura necessaria, dall’altro causa di non pochi disagi. Ad esempio le autoscuole in zona rossa avevano richiesto che non si sospendessero gli esami di guida, ma il Governo lo ha ritenuto comunque necessario.

Con l’ultimo Dpcm vengono inoltre chiarite le limitazioni agli spostamenti che saranno in vigore dal 21 dicembre al 6 gennaio. Proprio per questa finestra di tempo, il Viminale ha disposto un aumento dei controlli da parte delle forze dell’ordine. A Natale droni e posti di blocco saranno utilizzati per far rispettare le limitazioni degli spostamenti.

Posti di blocco e droni a Natale

Con il nuovo Dpcm del 3 dicembre sono state chiarite le limitazioni agli spostamenti su tutto il territorio nazionale.

Dal 21 dicembre al 6 gennaio infatti saranno vietati tutti gli spostamenti tra regioni. In particolare poi nei giorni del 25 e 26 dicembre e 1 gennaio sono vietati anche gli spostamenti tra i comuni. Per far rispettare queste regole, soprattutto nei giorni festivi e prefestivi, il Governo ha predisposto un aumento del controllo stradale da parte delle forze dell’ordine.

Così come fu nel periodo di Pasqua, a Natale i droni verranno impiegati per controllare dall’alto le grandi città e prevenire assembramenti. In più sono previsti posti di blocco sulle autostrade e sulle arterie principali nonché in aeroporti, stazioni e porti. Ad operare tale controllo sarà una task force composta da polizia, carabinieri, guardia di finanza ed esercito italiano.

La circolare del prefetto

Sulle strade delle città italiane, a Natale saranno droni e posti di blocco a limitare gli spostamenti. Una misura che si è resa necessaria per contrastare il più possibile un rialzo dei contagi. Proprio due giorni fa, il prefetto Bruno Frattasi, ha firmato una circolare, pubblicata sul sito del Ministero dell’Interno, sulla quale si legge: “Si raccomanda di voler pianificare, nell’ambito dei lavori del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, mirati servizi di controllo del territorio, specie in prossimità delle festività natalizie, dedicando particolare attenzione alle aree di maggiore affollamento”.

Puntualizza poi l’importanza di una collaborazione delle forze dell’ordine per assicurare un adeguato controllo: “All’uopo, andranno opportunamente sensibilizzati tutti gli attori della sicurezza urbana coinvolti nel dispositivo di controllo, tenuto conto della necessità di rafforzare le risorse in campo in ragione della maggiore gravosità dell’impegno. Analoga attenzione andrà rivolta ai controlli da effettuarsi sulle principali arterie di traffico e sui vari nodi delle reti di trasporto”.

Leggi anche:

Esami di guida sospesi: autoscuole in zona rossa bloccate

Le industrie inglesi contro il bando ai motori termici

Conosci il nuovo modello di Fiat 500 full electric?

Foto in alto: Pixabay