autodromo vallelunga

La città di Roma si prepara ad accendersi per un evento che non potrà che catturare l’interesse di tantissimi appassionati: la prima edizione delle Olimpiadi dei Motori, organizzata dalla Federazione automobilistica internazionale (FIA), in programma presso l’autodromo di Vallelunga dall’1 al 3 novembre. Sul circuito ci sarà così la possibilità di vedere gareggiare ben 176 piloti, di sei discipline sportive (GT, Touring Cars, Formula 4, Drifting, Motorsport digitale, Slalom di kart) in rappresentanza di ben 45 nazioni suddivisi in 18 team.

FIA Motorsport Games a Roma

La passione per il mondo dei motori e la velocità coinvolge milioni di appassionati di tutte le età in ogni parte del mondo. Non mancherà quindi grande attenzione nei confronti dei FIA Motorsport Games, una sorta di Olimpiadi dello sport dell’auto, che vede il patrocinio proprio della Federazione a capo del Mondiale di Formula Uno. Per l’Italia essere stata scelta come sede della manifestazione inaugurale è sicuramente motivo di orgoglio.

Non mancheranno i piloti pronti a rappresentare il nostro Paese. Confermata infatti la presenza di Federico Sceriffo nella Drifting Cup, Gianluca e Giorgio Roda nella GT Cup, Enrico Bettera nella Tourig Car Cup, Paolo Gallo ed Emma Segattini nella Karting Slalom Cup e Stefano Conte nella Digital Cup.

L’Italia in Formula 1

A sottolineare l’importanza di questa iniziativa che potrà essere ripetuta negli anni è Angelo Sticchi Damiani, Presidente dell’Automobile Club d’Italia e Vicepresidente Fia per lo sport: “Non è certo un caso ed è per l’Aci motivo di particolare orgoglio il fatto che la Fédération Internationale de l’Automobile abbia scelto Roma e l’eccellenza di un circuito internazionale come l’autodromo “Piero Taruffi” di Vallelunga come sedi della prima edizione dei “Fia Motorsport Games”, una sorta di Olimpiadi dello sport dell’auto. Una scelta che premia esperienza, visione e impegno dell’Aci – la Federazione italiana dell’automobilismo sportivo – nel creare le condizioni necessarie a vivere al massimo e al meglio il motor sport di oggi e nel concorrere a costruire quello di domani”.

In questo senso, ci sono novità importanti all’orizzonte per il nostro Paese. L’impegno di ACI, a detta di Angelo Sticchi Damiani, nella promozione delle attività sportive legate all’auto hanno portato a un risultato importante: “Uno sforzo che non solo ha consentito di inserire Roma tra le 12 capitali mondiali nelle quali si disputano gli innovativi campionati di Formula E, ma che – lo scorso settembre – ci ha portato a chiudere un accordo storico con F1, per garantire l’inserimento, per i prossimi cinque anni, del Gran Premio d’Italia nel calendario del Campionato del mondo di Formula 1, e il fatto che il GP si correrà nel ‘Tempio della velocità’: quel Monza Eni Circuit che è non solo il più antico ma anche il più veloce e più spettacolare circuito di tutto il motor sport“.

Foto in alto: Shutterstock