benzina

La spesa da sostenere per il rifornimento del carburante dell’auto, soprattutto per chi si sposta frequentemente per motivi di lavoro o di studio, incide spesso in maniera sensibile sul bilancio di una famiglia. Proprio per questo utilizzare qualche piccola accortezza per risparmiare può essere decisamente utile. Mantenere il regime più basso possibile è la prima accortezza da seguire. Ecco perché questo ci consente di raggiungere lo scopo desiderato.

Risparmiare benzina? Perché no

Ridurre le spese può essere utile un po’ a tutti e questo può valere anche per la benzina, soggetta e frequenti aumenti soprattutto in prossimità delle festività o delle ferie estive.

A volte, però, può bastare modificare anche parzialmente il proprio comportamento per raggiungere lo scopo.

Ridurre il numero di volte in cui si fa rifornimento all’auto è davvero possibile (Foto: Leccenews2.it)

A venirci in aiuto è uno degli elementi presenti in tutte le auto, il cambio, soprattutto se questo è di tipo manuale. Uno dei luoghi comuni più diffusi sottolinea come possa essere possibile viaggiare a regime basso per consumare il meno possibile. Questa idea è in realtà vera, ma solo in parte.

Il conduttore Jason Fenske ha spiegato al canale Engineering Engineering di YouTube il concetto di “Brake Specific Fuel Consumption” (consumo specifico di carburante per freni), termine che sta a indicare la quantità di carburante che un determinato motore consuma sotto vari carichi e a vari RPM. L’idea è corredata da un video, che non fa che rendere il tutto ancora più esplicativo.

Gli RPM più bassi consumano meno carburante perché regimi inferiori significano meno attrito. Un propulsore in grado di girare a 6000 RPM ha la necessità di superare maggiore attrito rispetto un motore a 2000 RPM. Quando il carico è maggiore si finisce per influenzare in maniera decisiva il consumo di carburante. È possibile così raggiungere un punto di incontro quando il carico è elevato (la valvola a farfalla è completamente aperta o quasi aperta) e l’RPM ha un livello basso. Modificare la marcia in anticipo può quindi appesantire il motore finendo per rendere l’RPM basso.

 

Foto immagine in evidenza: Panorama Auto