Acquista una Ferrari usata ma l’auto è “difettosa”: risarcimento milionario

Ferrari

Avere una Ferrari rappresenta il sogno non troppo nascosto di molti appassionati di motori ma, per ovvi motivi, non è sempre realizzabile. Un’automobilista statunitense due anni fa, complice anche qualche sacrificio, era convinto di avercela fatta, anche se aveva dovuto “accontentarsi” di un modello usato. Non tutto è però andato per il verso giusto: la vettura, una Ferrari F430, una volta giunta a destinazione, non era in perfette condizioni. A distanza di tempo l’acquirente è riuscito però a ottenere un risarcimento milionario.

Un acquisto decisamente deludente

La fase che precede l’acquisto racchiude in sé notevoli emozioni proprio perché si inizia a immaginare come potrà cambiare la nostra quotidianità con un oggetto tanto desiderato.

Ne sa qualcosa Mr.Adeli, cliente di una concessionaria Mercedes-Benz dell’Arkansas che è arrivato a comprare una Ferrari F430 usata dopo avere osservato una serie di fotografie della vettura e avviato un dialogo con la persona che l’aveva messa in vendita. Almeno inizialmente tutto sembrava conforme ai suoi desideri: la descrizione infatti parlava di “auto in eccellenti condizioni“.

La realtà era però ben diversa. Il mezzo era stato sottoposto a regolare tagliando e pre-ispezione da parte di una concessionaria Ferrari, ma alcuni elementi non erano regolarmente funzionanti. Tra questi, era evidente un difetto riguardante un collettore.

Sin dall’arrivo della macchina i problemi appaiono evidenti. All’accensione si avverte subito un odore di gas e si capisce come sia necessario effettuare una manutenzione accurata riguardante anche pompa benzina e sospensioni. Il venditore, come riporta Automotive News, aveva però fatto una precisazione importante indicando la vettura come “vista e piaciuta“. Chi l’avesse presa avrebbe quindi dovuto farsi carico di eventuali spese successive.

Il retro della Ferrari F430 (Foto: Shutterstock)

La vittoria di fronte ai giudici

L’automobilista statunitense però non si è arreso e ha fatto il possibile per cercare di  ottenere giustizia per una spesa che non corrispendeva al reale valore della supercar.

Da lì è partita una vera e propria battaglia legale per dimostrare di avere avuto una “fregatura” in fase di acquisto.

I giudici hanno poi dato ragione all’acquirente proprio sulla base del collettore di scarico malfunzionante. Il difetto era infatti stato evidenziato nel corso della pre ispezione, ma nessuna segnalazione era pervenuta al cliente ben deciso a portare a termine il suo shopping. L’indennizzo che sarà riconosciuto all’americano è decisamente importante: l’uomo otterrà infatti 6.835 dollari come risarcimento danni, oltre a 13.366 di spese accessorie. Non è finita qui: in arrivo anche 5.8 milioni di dollari di danni punitivi.

La Ferrari F430 su strada (Foto: Shutterstock)

Foto immagine in evidenza: Shutterstock

Pubblicità

Potrebbe interessarti