auto

Per prendersi cura della propria auto non serve sempre andare dal meccanico. Ci sono dei piccoli lavori di manutenzione che possono essere fatti da sé, senza spendere troppi soldi e quindi risparmiando sul portafoglio. Ovviamente, è necessario sapere quando e come intervenire da soli per evitare situazioni spiacevoli: ecco quando ricorrere alla manutenzione auto fai-da-te.

Manutenzione fai da te: cambiare l’olio lubrificante

Si pensa spesso che il cambio dell’olio sia qualcosa di complesso e che sia meglio rivolgersi a un professionista.

In realtà è molto semplice basta tenere a mente qualche “regoletta” e conoscere la propria auto. La prima cosa da fare è controllare i livelli di olio inserendo l’apposita astina bianca nel recipiente del liquido. Se non è necessario cambiarlo tutto, basterà un rabbocco. In generale, l’olio viene cambiato a circa 30.000 km per i motori diesel e 15.000 per quelli a benzina, ma può comunque variare in base alla vettura.

Manutenzione fai da te: cambiare le spazzole tergicristalli

Le spazzole tergicristalli vanno cambiate nel momento in cui si usurano e la gomma diventa dura. Questa operazione è importante in quanto in caso di pioggia o intemperie, se rovinate, le spazzole non daranno visibilità al guidatore risultando pericolose. Cambiarle è molto semplice, la prima cosa da fare è prendere le giuste misure manualmente e successivamente montarle una volta acquistate. Per togliere quelle vecchie basterà sollevare i tergicristalli in verticale e, poi tenendoli bloccati con la mano, fare leva sul braccetto in cui sono collegate e sfilarle. Per montare quelle nuove, basterà far scorrere le spazzole nel braccetto e ruotare i tergicristalli fino a che non si avverte uno scatto che indichi che sono state posizionate.

Manutenzione fai da te: cambiare il filtro abitacolo o filtro antipolline

Il filtro abitacolo o antipolline solitamente posto sotto il cassetto portaoggetti, è importante per la salute dei passeggeri. Questo perchè filtra la polvere, gli agenti inquinanti, i germi e tutto ciò che potrebbe essere dannoso alla propria salute se respirata. Meglio cambiarlo una volta l’anno e per farlo non è necessario rivolgersi al meccanico perchè è davvero molto semplice come operazione. Basterà comprare il filtro nuovo, individuare dove si trova il filtro abitacolo e togliere la griglia protettiva che lo contiene. Una volta sfilata la griglia, con un cacciaviti si dovrà sfilare un coperchio e successivamente, aiutandosi con una pinza, si estrae quello vecchio e si inserisce quello nuovo.

Leggi anche:

Ecco i diversi modi con cui si danneggia l’auto senza saperlo

Renault punta al libretto di manutenzione digitale

Ecco 10 modi per prendersi cura della propria vettura e farla durare più a lungo