Lando Norris mentre guida una McLaren Senna Ride-On

La McLaren Senna rappresenta uno degli esempi migliori quando si è alla ricerca di un modello dalle elevate prestazioni, grazie alla capacità di superare i 300 km/h. La vettura è stata realizzata partendo dalla base della 720S con un obiettivo ambizioso: lanciare una sportiva che non ha eguali sul mercato e il nome “Senna” conferma questa finalità. Ora, per i più piccoli è nata la versione giocattolo della supercar ideata dalla casa di Woking, la McLaren Senna Ride-On.

Ad apprezzarla non saranno certamente solo i bambini, ma anche i collezionisti.

La McLaren Senna Ride-On

Il nuovo “gioiellino” arrivato sul mercato, la McLaren Senna Ride-On, vuole essere qualcosa di più di un semplice giocattolo. L’azienda ha voluto infatti fare il possibile, anche se in formato ridotto, per realizzare una vettura in tutto e per tutto simile a una McLaren per adulti.

La piccola supercar è infatti dotata di sistema di infotainment, portiere diedrali funzionanti, luci di frenata attive e addirittura del rombo del motore originale della McLaren Senna!

Anche Lando Norris non ha resistito alla McLaren Senna Ride-On

Una delle caratteristiche distintive della McLaren Senna Ride-On, esattamente come accade per i modelli per adulti, è la possibilità di personalizzarla scegliendo tra sei diverse tonalità per la carrozzeria: nera, arancio, blue vega, rosso Memphis e bianco, a cui si aggiunge la “launch edition”, disponibile in edizione limitata, con accenti verdi. Quest’ultima versione sarà però possibile acquistarla unicamente attraverso la rete di concessionarie McLaren.

Un prodotto di questo tipo non rappresenta comunque una novità assoluta per la casa di Woking. In precedenza, infatti, l’azienda ha lanciato una versione analoga anche per la McLaren P1 e la McLaren 720S. L’esclusività del modello ovviamente comporta un prezzo che potrebbe non essere alla portata di tutti: sono infatti necessari ben 465 euro più IVA da listino. Per chi avrà la possibilità di vederla da vicino sarà però difficile poter resistere; non a caso anche il pilota Lando Norris non ha voluto perdere l’occasione di provarla in prima persona, anche se ovviamente le dimensioni ridotte rendevano tutto più difficile.

Foto in alto: Instagram Lando Norris