fernando alonso sorridente primo piano

A distanza di 2 anni dalla decisione di lasciare la Formula Uno, stanco di non essere davvero competitivo con la McLaren, Fernando Alonso è ormai pronto a fare il suo rientro nel Circus. La decisione sembrava essere nell’aria ormai da qualche tempo, ma ora è arrivata l’ufficialità: Alonso ha raggiunto l’accordo con la Renault e sottoscritto un contratto di durata biennale, valido per la stagione 2021, ma sembra già sicuro un rinnovo per il 2022.

La scuderia conosce bene la professionalità e le doti del pilota: proprio con il team francese l’ex ferrarista ha infatti vinto due titoli, nel 2005 e nel 2006.

Un ritorno importante

In Formula Uno sono diverse le scuderie che hanno lavorato in questi mesi in ottica 2021. Non solo la Ferrari, che ha già ingaggiato Carlos Sainz, pronto a sostituire Sebastian Vettel, ma anche la McLaren, che ha deciso di sostituire proprio il giovane pilota spagnolo con Daniel Ricciardo.

Ma ora anche la Renault è corsa ai ripari: Fernando Alonso a prendere il posto di quest’ultimo sarà una vecchia conoscenza del Circus, pronto a mettersi nuovamente in discussione. Il contratto sottoscritto avrà molto probabilmente durata biennale, ma per ora sul comunicato della Renault si legge solo un riferimento al prossimo anno, al 2021.

In questi anni il pilota di Oviedo non è comunque rimasto inoperoso, ma ha anzi preso parte a diverse manifestazioni con un chiaro obiettivo nella testa: conquistare la Tripla Corona. E ora ecco una nuova sfida da vincere per lui: il ritorno al team francese, che non può che evocare sensazioni speciali visto che proprio con la scuderia transalpina ha conquistato due titoli mondiali nel 2005 e nel 2006, quando a fare da team principal era Flavio Briatore. In carriera ha guidato anche Minardi, McLaren e Ferrari.

Le parole di Alonso dopo l’annuncio

Fernando Alonso ha così commentato il suo ingaggio per il 2021: “La Renault è la mia famiglia, i miei ricordi più cari in Formula 1 con i miei due titoli mondiali, ma ora guardo al futuro. È una grande fonte di orgoglio e con un’immensa emozione sto tornando alla squadra che mi ha dato la mia prima possibilità all’inizio della carriera e che ora mi dà l’opportunità di tornare ai massimi livelli“.

Poi, arriva il riferimento al suo ingaggio in Renault anche per l’anno successivo al 2021: “I loro progressi di questo inverno danno credibilità agli obiettivi per la stagione 2022 e condividerò tutta la mia esperienza di corsa con tutti, dagli ingegneri ai meccanici e ai miei compagni di squadra. La squadra vuole e ha i mezzi per tornare sul podio, così come me“. Cyril Abiteboul, Managing Director di Renault ha così commentato il ritorno del campione: “La sua presenza nel nostro team è una risorsa formidabile a livello sportivo ma anche per il marchio a cui è molto legato. La forza del legame tra lui, la squadra e i fan lo rendono una scelta naturale. Oltre ai successi passati, è una scelta reciproca audace e un progetto per il futuro“.

L’indizio lanciato da Fernando

Già qualche ora prima che arrivasse l’annuncio ufficiale era stato lo stesso Alonso a lanciare un messaggio criptico attraverso il suo profilo ufficiale da cui lasciava intuire come fosse ormai prossimo un annuncio che lo riguardava in prima persona. E così è stato.

Fernando ha infatti postato una storia Instagram in cui era intento ad allenarsi con la colonna sonora di “Ritorno al futuro. L’auspicio di chi ha amato la voglia di combattere in pista dello spagnolo è che lui possa tornare ai fasti di un tempo, anche se è ormai trascorso qualche anno dal momento in cui ha ottenuto un titolo iridato. Nel corso della sua carriera il pilota ha corso 314 Gran Premi, vincendone 32. A queste si aggiungono 97 podi. Proprio il prossimo anno taglierà l’importante traguardo dei 40 anni di età, ma l’entusiasmo sarà quello di sempre, come sta dimostrando anche Valentino Rossi in MotoGp.

Foto in alto: Shutterstock