max verstappen primo piano sorridente

Quale sarà il futuro di Sebastian Vettel? Il tedesco è ormai certo di concludere a fine stagione la sua esperienza con la Ferrari, ma non ha preso ancora alcuna decisione su cosa fare nel 2021. A sorpresa, è stato proprio il numero cinque a non escludere un ritorno alla Red Bull, scuderia con cui ha corso anni fa ottenendo quattro titoli mondiali. L’idea sembrava essere ritenuta allettante anche dal primo pilota del team austriaco, Max Verstappen, che avrebbe così potuto avere al suo fianco un collega di esperienza con cui crescere.

Ora, però, lo stesso olandese spiega che la convivenza con l’attuale compagno di squadra, Alexander Albon procede bene e continuare su questa strada sarebbe la scelta migliore.

La presa di posizione di Max

Sebastian Vettel può tornare alla Red Bull? Una delle ipotesi sul futuro del campione tedesco riguarda proprio un futuro approdo nella scuderia.

Tuttavia, lo scorso 9 luglio, Verstappen che inizialmente si era definito favorevole all’idea, sembra invece aver fatto quasi un passo indietro affermando che il suo attuale compagno di team, Albon, sia la scelta giusta per la Red Bull.

In TV ho detto quelle cose perché ho cercato di essere carino, per altro ero vicino a Vettel – sono le parole dell’olandese riportate da Motorsport.com -. Io però credo che al momento il team sia felice con Albon e me. E io devo ammettere di essere molto felice con Albon come compagno di squadra. Per prima cosa, Alex è un ragazzo molto gentile e lo è con tutti. E’ capace a fare gli assetti e sono simili ai feedback che do io al team. inoltre è molto veloce. Non vedo i motivi per cambiare, non so perché Horner e Marko dovrebbero farlo. Alla fine, però, non sono io che prendo decisioni del genere”.

La sua opinione sul contatto Hamilton-Albon

Ma il possibile approdo di Vettel alla Red Bull non è stato l’unico tema toccato da “Mad Max”. Verstappen infatti non ha mancato di dire la sua anche su uno dei momenti che ha fatto maggiormente discutere della gara della settimana scorsa, il contatto che ha avuto per protagonisti Lewis Hamilton e il suo compagno di squadra Alexander Albon. Sia la Red Bull sia il giovane thailandese naturalizzato britannico non hanno preso bene questo modo di agire e non hanno esitato a polemizzare contro il campione del mondo, comunque poi punito dai commissari.

L’olandese riesce comunque ad analizzare in modo più lucido la situazione e preferisce evitare di criticare troppo pesantemente l’avversario: “Credo che Lewis non intendesse colpire Alexander. È stato solo un caso sfortunato. Certo Alex aveva fatto davvero un gran sorpasso all’esterno in quel punto. Non credo che tante persone siano riuscite a farlo. Credo che sia normale aver dato penalità per quel tipo di incidente. È certo che quel contatto ha letteralmente rovinato la gara di Alex, mentre Lewis, nonostante la penalità, è comunque riuscito ad arrivare quarto. Alex è stato penalizzato molto di più dall’accaduto, ma è successo così e non si può più fare nulla” – ha concluso.

Foto in alto: Instagram Max Verstappen