gp stiria leclerc

Il secondo appuntamento con la stagione 2020 di Formula Uno ha sicuramente lasciato dietro di sé spunti di riflessione ed emozioni. Il Gran Premio di Stiria ha visto il trionfo della Mercedes con una doppietta e la conferma della buona condizione della Red Bull.

La prestazione della Ferrari, invece, va oltre la peggiore delle ipotesi e fa sprofondare la scuderia italiana nella crisi. Protagonista ancora una volta Charles Leclerc, che settimana scorsa sullo stesso circuito ha saputo raggiungere il sogno del podio e oggi invece regala un incubo ai tifosi.

Il suo tentativo più che azzardato di sorpasso sul compagno di scuderia ha messo fuori pista la Ferrari già al primo giro.

L’ammissione di colpe di Leclerc

Ovviamente  è stata solo colpa mia, non c’è dubbio… quando succedono cose simili è giusto ammetterlo“, così Leclerc si prende consapevolmente la colpa del disastro odierno ai microfoni di Canal +, come riportato da Motorsport.com.

Il pilota della Ferrari ha descritto il momento dell’impatto con Vettel: “Ci ho provato. Ho pensato che se fossi riuscito a superare sarei riuscito a guadagnare quattro o cinque posizioni. Purtroppo non è andata come speravo. Sono stato stupido e dovrò imparare la lezione”. E ancora: “D’altra parte nella nostra situazione si deve cogliere ogni occasione quando si presenta. Oggi, però, ho sbagliato ed ho creato un danno al team procurando un doppio ritiro“.

Leclerc ha voluto presentare le sue scuse al compagno di scuderia e a tutto il team, anche attraverso una story sul suo profilo Instagram: “Le scuse non sono sufficienti… Mi dispiace tantissimo per il team che ha lavorato tanto per portare gli aggiornamenti… avevo troppa voglia di fare bene“.

Instagram Ufficiale Charles Leclerc

Il racconto di Vettel

Anche Sebastian Vettel ha commentato l’accaduto ai microfoni di SkySport: “È un grande peccato che sia successo qualcosa di simile ed avremmo dovuto evitarlo. Però io non avrei potuto fare nulla onestamente“.

Sulla dinamica dell’incidente aggiunge: “Io ero in lotta con altre due macchine e alla curva 3 lui ha preso la traiettoria interna. Io ho cercato di chiudere normalmente, perché non mi aspettavo che provasse qualcosa lì“.

Infine il pilota tedesco ha voluto comunicare il suo rammarico per non aver potuto sperimentare le modifiche della monoposto in gara.

La diplomazia di Binotto

La responsabilità e l’errore di Charles penso che, guardando le immagini, siano abbastanza ovvie, ma senza intenzione. E’ difficile per noi concludere così un weekend che era già iniziato in salita“. Riassume così la prestazione terribile della rossa Mattia Binotto ai microfoni di Skysport.

Il team principal della Ferrari ammette il momento difficile per la scuderia e l’importanza che aveva andare a punti e testare la monoposto. Sui piloti del Cavallino aggiunge: “Ho parlato con entrambi e tra di loro non c’è problema. Charles ha riconosciuto l’errore e Sebastian è dispiaciuto. Ma siamo dispiaciuti tutti noi per quanto capitato“. E ancora: “Più che guardare alle responsabilità o cercare colpevoli, si tratta di lavorare in maniera unita a Maranello per migliorare la vettura il prima possibile“.

Hamilton grato per le emozioni di oggi

Il campione del mondo riesce ancora ad emozionarsi per una vittoria. Ha rilasciato delle dichiarazioni piene di gratitudine e gioia, come riportato da Motorsport.com: “Sono grato di essere tornato sul primo gradino del podio, sembra sia passata una infinità di tempo dall’ultima voltaRiuscire a vincere oggi dopo un weekend complicato come quello passato è stato un grande passo avanti per me“.

Infine il ringraziamento al team: “Vorrei ringraziare il team Mercedes e tutte le persone che lavorano in fabbrica. E’ un’annata bizzarra ma è proprio bello poter tornare qui a guidare e potersi esprimere a questo livello“.

Foto in alto Instagram Scuderia Ferrari