La Ferrari si coccola il fenomeno Leclerc, Vettel sempre più giù: addio a fine stagione?

Lo si diceva da tempo, ma ieri si è avuta una certezza. Charles Leclerc è il futuro della Ferrari. Nessuno sa se vincerà un mondiale o se riuscirà a salire sempre sul gradino più alto del podio, certo è che ieri ha fatto battere il cuore di milioni di ferraristi e ha riportato la Ferrari al primo posto a Monza. Cosa che non accadeva da 9 anni, un’eternità. I tifosi sono pazzi di lui, il Team Ferrari anche. E le parole di Mekies (direttore sportivo della Ferrari) fanno capire che la Ferrari è ai piedi di Charles.

Mekies: “Il suo rendimento è sopra le nostre aspettative”

Il secondo successo consecutivo di Leclerc ha donato linfa vitale al Team Ferrari, che dopo un inizio di stagione travagliata può godersi il suo baby fenomeno.

Mekies, direttore sportivo della Ferrari, è il ritratto della felicità: “Charles ha fatto parte della Ferrari Academy, è cresciuto con noi e all’interno della squadra, ha una velocità incredibile, in più sta dimostrando un grande livello di maturità ed emotività in gara. Sta facendo cose che non vedevamo da tanto tempo, mi ricorda Sebastian (Vettel; n.d.r.) quando ha iniziato, ogni due-tre gare va sempre più forte”.

Proprio così. Charles è cresciuto gara dopo gara e adesso è in grado di tenere testa a uno come Lewis Hamilton. Il campione del mondo in carica, che probabilmente diventerà di nuovo campione del mondo, è stato “messo in riga” da un pilota di 22 anni che sembra predestinato. La sua guida sportiva, la sua tempra morale e la sua efficacia alla guida fanno di lui un campione. Mekies non si aspettava tutto questo: “È vero che se è si è deciso di metterlo in macchina significa che le aspettative erano tante, ma le sta superando con progressi regolari: il suo rendimento è sopra le nostre aspettative. È nell’ambiente giusto per crescere, quando toglie il casco è la persona più calma ed educata che si possa trovare. È in un’atmosfera in cui è molto rilassato, siamo convinti che resterà così. Vedremo dei miglioramenti, guadagnerà nella velocità e nelle battaglia”.

Da buon dirigente, Mekies ha scelto di parlare anche di Vettel e ha cercato di tirarlo su di morale: “Sta lavorando benissimo con Charles, sa di avere un campione come lui in squadra. Ieri è stato sfortunato, ma non cambia niente allo splendido lavoro che i due stanno facendo assieme”.

Vettel: addio a fine stagione?

L’ascesa di Charles Leclerc ha enfatizzato (e non poco) il suo dualismo con Vettel. A inizio stagione, il francese avrebbe dovuto essere il gregario del tedesco. Ora, a distanza di qualche mese, Leclerc è diventato l’idolo dei tifosi e Vettel non riesce a carburare. Ieri a Monza si è reso protagonista di un testacoda da principiante e sono in molti a pensare che si stia assistendo a un “virtuale” passaggio di consegne.

Non ci sono comunicazioni ufficiali a riguardo e la Ferrari (con Mekies) si è prodigata a difesa del suo campione tedesco, certo è che qualcosa si è rotto. E l’ascesa di Leclerc pone seri interrogativi sulle gerarchie del prossimo anno.

Fonte immagine in alto: Instagram