cal crutchlow

Dopo i test di Valencia, Cal Crutchlow sfoga la sua rabbia contro la Honda. Il motivo della sua collera è tutto da attribuire al passaggio di alcuni tecnici per lui al team che lavora con Alex Marquez, un fatto che non sarebbe andato giù al pilota.

L’ira di Crutchlow

Benché soddisfatto dall’esito dei test di Valencia, Cal Crutchlow non le manda a dire alla Honda dopo l’approdo di Alex Marquez nella classe regina.

Ma attenzione: non sarebbe il debutto del fratello di Marc a dargli noia, ma il comportamento della Honda che starebbe prelevando pezzi importanti del suo team per spostarli in quello di Alex.

Come si legge su Motorsport.com, il pilota si è così espresso: Honda ha preso dei ragazzi dal mio team lo scorso anno e per me è stato deludente. Ne hanno presi da affiancare ad Alex Marquez, ma non penso che per lui possano fare una grande differenza. Avrebbero fatto una gran differenza per me, non per lui. Alex sta imparando. Ma questa è la situazione e la devo accettare“. Tra le altre cose, il pilota LCR Honda ha messo in luce che non è la prima volta che questo accade.

Crutchlow e la Honda: feeling da migliorare con la nuova moto

Cal Crutchlow ha affermato il suo disappunto verso la Honda esprimendo insoddisfazione per il trattamento a lui riservato: “Il pilota più vicino a Marquez sono io, dunque di sicuro questo aspetto dovrebbe rendermi più forte e considerato, non più debole“. Poi, ha anche parlato della nuova moto che dovrebbe essere migliorata in vista della stagione 2020: “Dobbiamo essere positivi con la moto che Honda ci ha dato e per i passi avanti che sono stati fatti, ma se devo dire che la moto sia diventata più facile da guidare, no, non lo è. Dobbiamo migliorare ancora nel corso dell’inverno“.

Foto in alto: Shutterstock