Il GP di Buriram segna la fine del campionato per quanto riguarda la corsa al titolo mondiale, Marc Marquez vince gara e titolo e si avvicina ai numeri dei grandi. Un solo titolo lo distanzia ora da Valentino Rossi (obiettivo mai dichiarato ma chiaro), con il mirino puntato anche su Giacomo Agostini. Nei prossimi anni, però, il pilota di Cervera dovrà fare i conti con Fabio Quartararo, arrivato ancora una volta ad un passo dalla prima vittoria in MotoGP.

Marquez nella leggenda, ottavo titolo mondiale

Era già nella leggenda, adesso Marc Marquez lo è ancora di più, 8 titoli mondiali e 79 GP vinti, numeri impressionanti, capaci di impensierire nomi come Rossi e Agostini: Quartararo è stato bravissimo, sarà uno degli avversari più difficili da battere per l’anno prossimo.

Devo fare i complimenti a tutti i ragazzi perché senza di loro non potrei fare tutto questo. Dedico questa vittoria a loro. L’anno prossimo sarà difficile con Vinales, Quartararo e Dovizioso, ma proveremo di nuovo a vincere”.

Yamaha nelle mani di Quartararo e Vinales

Fabio Quartararo è il volto nuovo della Yamaha, lo dimostrano i risultati che sta raggiungendo ormai con efficacia costante. Anche a Buriram il rookie del team Petronas è andato vicinissimo alla prima vittoria in MotoGP, ma l’appuntamento è solo rimandato, perché il giovane francese sembra sempre più predestinato non solo a essere vincente ma anche a diventare il primo rivale di Marquez: “Siamo stati più veloci delle prove, dovevo provarci all’ultima curva altrimenti non sarei tornato a casa soddisfatto. Marquez è stato sempre lì, è stato bravo, è un otto volte campione del mondo. Mi trovo bene con la M1, sin da subito, si adatta al mio stile di guida. Proverò comunque a vincere la mia prima gara da qui alla fine del campionato“.

Sul terzo gradino del podio si piazza Maverick Vinales, veloce per tutta la gara, ma mancante del guizzo decisivo per lottare con i primi due:  “Ho provato a spingere ma ho avuto problemi di trazione per lunghi tratti di gara, sono comunque contento perché siamo stati veloci. Possiamo fare senz’altro di più, stiamo migliorando ma dobbiamo essere in grado di lottare per la vittoria”.

Credits foto in alto: Sky Sport MotoGP