ezpeleta sorridente, mezzo busto

Il CEO di Dorna, Carmelo Ezpeleta, commenta il rinvio dei due Gp del Mugello e di Barcellona, comunicati ufficialmente ieri, e sembra per la prima volta avanzare l’ipotesi che la stagione 2020 di MotoGp non abbia inizio. Mentre Chase Carey, CEO della F1, si è mostrato un po’ più ottimista commentando il rinvio del Gp in Canada, Ezpeleta sembra assumere una prospettiva molto diversa.

Carmelo Ezpeleta: “Non sono molto fiducioso

Come si legge su Repubblica, Carmelo Ezpeleta ha affermato dopo il rinvio dei due Gp del Mugello e di Barcellona: “Non sono molto fiducioso che saremo in grado di correre la stagione 2020“.

Sono in totale 8 i Gran Premi che sono stati cancellati o rinviati dall’inizio dello scorso marzo. Il calendario 2020 del Motomondiale ne è uscito – comprensibilmente e ovviamente – stravolto, e non è ancora possibile configurare una nuova sistemazione cronologica delle competizioni a causa della pandemia Covid-19 che coinvolge il mondo intero.

La situazione è in continuo (e tragico) mutamento. Mentre ci si interroga sull’effettiva possibilità di svolgere la stagione 2020, il CEO di Dorna afferma per la prima volta che è dunque possibile che quest’anno il Motomondiale non si svolga affatto.

Sguardo già rivolto al 2021

Una cosa è certa: se questa stagione non dovesse svolgersi, si dovrà pensare già a far prendere forma alla stagione 2021. Il CEO di Dorna, Carmelo Ezpeleta, non ha dubbi su questo quando afferma: “Possiamo anche sopravvivere se dovremo annullare completamente la stagione 2020. Se dovremo accettare questo scenario, quello del ‘caso peggiore’, ci prepareremo per la stagione 2021 in modo tempestivo e coscienzioso“.

Non resta dunque che attendere i prossimi sviluppi e prepararsi, considerato il tono delle dichiarazioni del CEO, anche all’eventuale annullamento di questa stagione, con tutto ciò che comporta dal punto di vista finanziario per i team o anche solo rispetto al mercato piloti.

Foto in alto: Shutterstock