fabio-quartararo-rivalita-vinales

La Yamaha sta vivendo un importante processo di trasformazione, che culminerà nel 2021. Nella prossima stagione, infatti, Fabio Quartararo, al momento in vetta al Mondiale, sostituirà Valentino Rossi, che passerà al team satellite Petronas. Complice l’assenza di Marc Marquez, che rientrerà probabilmente solo a fine stagione, il francese è uno dei più accreditati per la conquista del titolo, anche se la classifica resta corta e tutto può ancora succedere. Su una cosa, però, il pilota è sicuro: vuole vincere ma non vive questo obiettivo come una contrapposizione netta a Maverick Viñales, con cui tra pochi mesi condividerà il box e che in classifica è a meno 18 punti da Quartararo.

Rivalità tra Quartararo e Viñales?

L’assenza di Marc Marquez si fa sentire in questa stagione e appare evidente se si guarda alla classifica. La graduatoria resta corta e sono in tanti, Quartararo e Dovizioso su tutti, a sperare di potercela fare.

In vetta alla classifica al momento c’è proprio il francese, che vanta otto punti di vantaggio su Joan Mir, perché anche la Suzuki quest’anno si sta dimostrando molto competitiva. Qualche difficoltà in più la sta riscontrando Maverick Viñales, che dalla prossima stagione sarà compagno di squadra proprio di Quartararo.

Le potenzialità non mancano a entrambi, ma il transalpino ha le idee chiare sin da ora sul rapporto che i due potranno avere non appena condivideranno il box: Non sto pensando ora a battere Viñales. – Sono le parole pronunciate da Quartararo durante un’intervista a Motorsport.comCredo che la Yamaha mi abbia preso perché sto guidando la loro moto in modo davvero buono, sanno che ho il potenziale per lottare al vertice“.

Pronto a dare il massimo

In questa prima parte di stagione la Yamaha ha dimostrato di avere ancora qualche problema di assetto, ma non dover competere con il campione del mondo sta facilitando la situazione (senza di lui la Honda non sembra molto competitiva).

L’esperienza accumulata negli anni si sta comunque rivelando utile per trarre miglioramenti anche dalle situazioni negative: “Il tempo passato in Moto2 e Moto3 è stato davvero difficile. Ma ho imparato da questo. Il 90% del mio 2016 e del mio 2017 è stato negativo, ma ho mantenuto un 10% positivo ed è da questo che ho imparato”.

Foto in alto: Instagram Fabio Quartararo