Quartararo in pole

La MotoGP fa sul serio e regala a fan e addetti ai lavori la tanto agognata prima qualifica dell’anno. Le prove del venerdì avevano evidenziato un Marc Marquez arrembante sia sul passo gara che sul giro secco, con le Yamaha di Vinales e Quartararo pronte a tentare l’agguato al campione del mondo. Valentino Rossi, in difficoltà nella giornata di ieri, è riuscito a migliorare e ad entrare in Q2 grazie all’ottavo tempo delle fp3.

Stesso discorso per Bagnaia e Dovizioso, che forti di una convincente fp3 si candidano per una buona posizione in griglia.

Il francese fa la voce grossa, Bagnaia promette battaglia

La prima pole position dell’anno va a Fabio Quartararo che in sella ad una M1 perfetta nelle linee e nell’efficacia si prende di gran carriera la prima casella in griglia e sembra essere seriamente candidato anche per la vittoria finale.

Secondo tempo per Maverick Vinales, vicino al crono del futuro compagno di squadra, anche per lo spagnolo il passo gara sembra buono conscio di una M1 sempre più vicina alle sue indicazioni. Chiude la prima fila Marc Marquez, il campione del mondo, mattatore di quasi tutte le prove libere è il pilota con il passo gara più performante; sarà compito delle Yamaha domani in gara cercare di non far scappare l’otto volte campione del mondo. Quarta posizione per “Pecco” Bagnaia, migliore tra i ducatisti, l’italiano è riuscito finalmente ad esprimere il potenziale che spesso gli si è attribuito e promette battaglia anche in ottica podio.

Solo undicesimo Valentino Rossi

Se le fp3 avevano lasciato un bagliore di speranza nel box di Valentino Rossi, le fp4 e le qualifiche hanno fatto tornare con i piedi per terra il 9 volte iridato che chiude le sue prime qualifiche dell’anno in undicesima posizione. Il problema maggiore resta comunque il passo gara, in questo momento lontano dalla zona podio. Rossi è preceduto da Franco Morbidelli, in difficoltà in qualifica ma da tenere d’occhio in gara. Nono Alex Rins, caduto nel finale, preceduto da Andrea Dovizioso, Pol Espargaro, Cructhlow e Miller.