auto senza assicurazione

Guidare un’auto senza assicurazione è contrario a quanto previsto dal Codice della Strada, un comportamento più diffuso di quanto si possa pensare. Secondo le ultime stime, infatti, sono almeno tre milioni i veicoli che circolano sulle strade senza la copertura, situazione che può comportare conseguenze non solo a livello economico ma che può rivelarsi problematica da gestire soprattutto in caso di incidente. Per i più distratti è comunque opportuno ricordare che esiste un periodo di tolleranza: si hanno infatti 15 giorni di tempo per mettersi in regola dopo la scadenza, senza il rischio di incorrere in una multa.

Auto senza assicurazione: cosa prevede il Codice della Strada

Secondo l’articolo 193 del Codice della Strada “Tutti i veicoli a motore senza guida a rotaie devono essere regolarmente provvisti di copertura assicurativa“. Un’auto senza assicurazione non è quindi ammessa alla circolazione. Nel caso in cui ci si spostasse ugualmente, le sanzioni non sono da sottovalutare.

È infatti prevista una sanzione amministrativa con un importo da 849 a 3.396 euro. A questa si aggiunge la decurtazione di cinque punti dalla patente e il sequestro del mezzo. Per poterlo avere nuovamente a disposizione è necessario non solo pagare la multa, ma anche attivare una polizza valida almeno per sei mesi e saldare personalmente le spese di trasporto e deposito. Dopo il pagamento il veicolo viene sottoposto a un sequestro della durata di 45 giorni.

È possibile usufruire di uno sconto del 30% sull’importo in caso di pagamento entro cinque giorni dalla notifica. Questo è invece ridotto di un quarto se la polizza è scaduta e si provvede al rinnovo entro 15 giorni.

Cosa accade in caso di incidente e di auto ferma

Mettersi alla guida di un’auto senza assicurazione può avere conseguenze spiacevoli anche se si dovesse essere coinvolti in un incidente. In questo caso, infatti, spetterebbe all’intestatario risarcire i danni provocati non avendo la possibilità di rivolgersi ad alcuna compagnia. In caso di colpa la cifra prevista dall’indennizzo viene prelevata dal Fondo di Garanzia Vittime della Strada, che ha poi la possibilità di rivalersi sull’automobilista.

Non si è comunque esentati dal pagamento della polizza nemmeno se la vettura dovesse restare perennemente ferma sul suolo pubblico. C’è un solo modo per evitarlo: lasciare il veicolo in sosta in un’area privata come cortili, garage condominiali e parcheggi privati

 

Foto in alto: Pixabay

 

Leggi anche:

Rc auto familiare, l’allarme del Codacons sulle compagnie assicurative

Autocarri: la scelta dell’assicurazione

Bici elettriche: presto casco, targa e assicurazione obbligatori?