seggiolino

Dopo l’entrata in vigore dell’obbligo di installare seggiolini antiabbandono a bordo dell’auto per chi viaggia con bambini di età inferiore ai 4 anni, sia il Codacons che l’associazione CODICI (Centro per i Diritti del Cittadino) lanciano l’allarme: l’uno sui prezzi lievitati dei dispositivi salvavita, l’altro sulla mancanza di chiarezza sulla normativa. Sarebbero molte infatti le criticità riscontrate sull’entrata in vigore dell’obbligo.

L’appello di CODICI al governo

Le sanzioni per chi non dovesse provvedere a installare il dispositivo antiabbandono sul seggiolino a bordo della propria auto vanno dagli 81 ai 326 euro.

Importi che non sono bassi se si considera che a questi bisognerà sommare la spesa che le famiglie dovranno affrontare per acquistare il dispositivo. Tra le altre cose, secondo l’associazione CODICI, che si occupa della tutela dei diritti del cittadino, non ci sarebbe stata chiarezza nella comunicazione del provvedimento nato con uno scopo nobile, quello di salvare la vita dei bambini evitandone l’abbandono in auto.

Non si sa infatti come i cittadini possano fare per accedere al bonus di 30 euro per l’acquisto del dispositivo salvavita. Ma questo sarebbe solo uno dei motivi che avrebbe fatto scattare l’appello messo nero su bianco in una nota stampa dall’associazione: “Chiediamo di sospendere le sanzioni fino a quando non sarà fatta piena chiarezza, informando adeguatamente i consumatori sulla nuova normativa, sui modelli omologati e sulle modalità per accedere all’incentivo“.

L’allarme del Codacons: prezzi lievitati

Il Codacons in un comunicato stampa spiega che da ieri, cioè dall’entrata in vigore dell’obbligo d’installare i seggiolini antibbandono sarebbero lievitati i prezzi dei dispositivi salvavita. Tra le altre cose, secondo l’associazione sarebbero solo 536mila le famiglie che potrebbero usufruire del bonus di 30 euro per l’acquisto del seggiolino, una cifra ritenuta comunque esigua.

Questo quanto si legge sul sito del Codacons: “Dopo l’obbligo scattato ieri, è giungla di prezzi sul fronte del seggiolino anti-abbandono: in base ad una indagine del Codacons i listini del dispositivo in questione arrivano in queste ore a sfiorare i 500 euro, con possibili speculazioni legate all’obbligatorietà del prodotto. Tutto ciò mentre tra i consumatori regna l’incertezza legata alle caratteristiche tecniche che devono possedere i seggiolini: il rischio insomma è che le famiglie, nella fretta di mettersi in regola, acquistino prodotti non a norma, sprecando soldi e andando incontro a sanzioni“.

Il Ministro dei Trasporti valuta di posticipare l’emissione di multe

Il Ministro dei Trasporti Paola De Micheli dalla sua pagina Facebook rassicura i cittadini rispetto all’emissione di multe per chi non si adeguerà installando i dispositivi antiabbandono sui seggiolini.

Queste le parole del Ministro: “Mi preme rassicurare le mamme e le famiglie sull’urgenza di questo dispositivo e sulle ‘multe’ per chi non è ancora dotato di questo strumento: il ministero che rappresento è qui per tutti i chiarimenti e c’è la disponibilità del governo e dell’intera maggioranza a intervenire per posticipare l’applicazione delle sanzioni“.

Foto in alto: Shutterstock