Vettel correrà con un casco speciale: la livrea con la bandiera dell’Ucraina

ultima-gara-vettel-ferrari

Poco dopo che Putin ha invaso l’Ucraina, Vettel aveva già preso la sua posizione di non correre più in Russia. Il pilota ha subito avuto a cuore le sorti del conflitto, ancor prima che F1 e FIA prendessero decisioni ufficiali. Ora, per opporsi alla guerra il pilota ha deciso che correrà la prima gara del Mondiale 2022, in Bahrein, con un casco “No war”. La livrea avrà incisa la bandiera dell’Ucraina e una parte del testo di Imagine, canzone simbolo di pace.

Il casco di Vettel per onorare il popolo ucraino

Erano passati pochi giorni dallo scoppio della guerra, quando Vettel dichiarava: “Non parteciperò al Gran Premio in Russia, sono sconvolto.

” La posizione del campione è arrivata ancora prima che la F1 decidesse di escludere il Paese dai GP e cancellare la tappa di Sochi. Ora Vettel torna a far resistenza alla guerra, indossando un casco con la bandiera dell’Ucraina, con il simbolo di una colomba, un logo con scritto “No war” e le parole di John Lennon che da sempre sono simbolo di pace.

Come riporta Fan Page, il campione ha dichiarato: “È chiaro che avrei voluto non dover mettere in atto una cosa del genere. Ma è un gesto che sentivo di fare.

Così come, dopo aver fatto una riunione con tutti i piloti, abbiamo pensato di mostrare che siamo uniti e difendiamo il popolo ucraino.

L’opposizione di F1 e FIA alla guerra tra Russia e Ucraina

Lo scoppio della guerra ha avuto ripercussioni anche sul mondo del Motosport. F1 e FIA hanno cancellato la tappa a Sochi prevista per il Mondiale 2022 e poi hanno tagliato fuori la Russia dai GP per sempre. La posizione delle federazioni e dei team è stata di opposizione al conflitto e dell’invasione dell’Ucraina voluta da Putin.

Ecco una foto di Vettel con in mano il casco per la comunità ucraina:

Leggi anche:

Magnussen sostituirà Mazepin in F1: la decisione della Haas

I piloti russi potranno correre in F1: le direttive di FIA

F1 cancella il GP in Russia: addio alla tappa di Sochi

Advertisement

Potrebbe interessarti