ferrari 360 modena

Dopo la notizia della messa in vendita di alcuni esemplari della Rossa da parte di Sebastian Vettel, adesso l’acquisto di un’altra Ferrari è saltato agli onori della cronaca.

Si tratta, in particolare, di una Ferrari 360 Modena venduta dalla concessionaria Veloce Classic di Padova a un giovane acquirente. Il dettaglio inusuale è che l’auto sportiva è stato pagata esclusivamente in bitcoin, come riportato da Ansa.

Ferrari 360 Modena pagata in bitcoin, come fare?

Negli ultimi anni, le criptovalute hanno ricevuto il consenso di sempre più investitori, diventando di fatto una realtà del mondo finanziario mondiale. Questi innovativi metodi d’investimento, tra cui il più noto è il bitcoin, sono in realtà delle monete digitali create attraverso un sistema di codici.

Ma dal mondo telematico, queste valute potrebbero, ben presto, entrare a far parte di quello reale, diventando un metodo d’acquisto quotidiano. Certamente l’universo dell’automotive ha già aperto le porte a questa nuova realtà.

Protagonista del primo acquisto di un’automobile in bitcoin una Ferrari 360 Modena, recentemente acquistata nel padovano.

Il giovane acquirente ha pagato la Rossa interamente attraverso la famosa criptovaluta, appoggiandosi a tinkl.it, azienda italiana che si occupa di pagamento in monete digitali.

Le dichiarazioni di tinkl.it

Una Ferrari 360 Modena è stata venduta a Padova dalla Veloce Classic esclusivamente in bitcoin, moneta accettata dalla concessionaria.

Daniele Pregnolato, Ceo di tinkl.it, che ha collaborato nella transazione si è detto soddisfatto: “Siamo compiaciuti e molto soddisfatti di aver risposto, grazie al nostro servizio a costo zero per il commerciante, a una precisa esigenza dell’acquirente, a maggior ragione in un momento storico estremamente particolare”.

Per Pregnolato si tratta di un passo in avanti verso l’ampia diffusione delle criptovalute come metodo di pagamento universalmente riconosciuto: “Questo accordo può diventare la base per un’ulteriore diffusione della valuta digitale come sistema di pagamento oggettivamente riconosciuto“.

Leggi anche:

Vettel vende le sue Ferrari

Una Ferrari va in fumo a Montecarlo

Una Ferrari Testarossa abbandonata in strada a Porto Rico da 17 anni

Foto in alto: Shutterstock