prove-libere-mugello-f1

Le prove libere che danno inizio al Gran Premio del Mugello di Formula Uno hanno ancora una volta ribadito la superiorità della Mercedes. La Ferrari, che festeggerà il GP numero 1.000, stamattina aveva intravisto un spiraglio di luce dopo il “disastro” del Gran Premio di Monza con le prestazioni di Leclerc, ma nel pomeriggio ritorna a soffrire.

I tempi delle libere del Mugello

A dominare nelle prove libere di Formula Uno di oggi al Mugello è ancora una volta la Mercedes.

Il più veloce della mattina si conferma tale anche nel pomeriggio: è Valtteri Bottas, che nelle FP1 era seguito da Verstappen, mentre nelle FP2 dal compagno di team Lewis Hamilton. Le libere del pomeriggio decretano dei “risultati a coppia”: Bottas ed Hamilton, Verstappen ed Albon, Ricciardo e Ocon.

Settimo Perez, fresco di “licenziamento” dalla Racing Point che dall’anno prossimo farà correre Vettel al suo posto.

Perez questo pomeriggio ha toccato l’Alfa Romeo di Raikkonen rompendo l’ala anteriore della sua monoposto e facendo sventolare una bandiera rossa. Il vincitore del Gran Premio di Monza, Gasly, si piazza ottavo nelle libere del pomeriggio. Nono e decimo posto vanno rispettivamente a Raikkonen e Leclerc. Sainz ha chiuso la giornata tredicesimo, davanti a lui la Ferrari di Vettel, subito dopo Norris che ha perso nel pomeriggio il controllo della sua McLaren, ma per fortuna il pilota sta bene.

La Ferrari fa fatica

Era arrivato uno spiraglio di luce questa mattina grazie a Charles Leclerc che era riuscito con la sua SF1000 amaranto a conquistare il terzo miglior tempo. Per Vettel difficoltà anche la mattina, non va oltre il 13esimo tempo. Questo pomeriggio, un testacoda ha rallentato Leclerc che è poi ripartito senza problemi, come il campione tedesco poco dopo. Alla fine della sessione di prove libere del pomeriggio, le due Ferrari amaranto sono una decima e l’altra dodicesima.

Subito dopo la fine delle prove libere di oggi, Vettel è rimasto bloccato in pista per un problema al motore. Mattia Binotto ai microfoni di Sky Sport parla intanto del weekend di gara in cui si celebrerà il traguardo di 1.000 Gran Premi della Rossa: “La nostra speranza è di non ripetere il risultato di Monza“. Poi, a proposito della festa della Ferrari ha affermato: “Siamo sempre stati presenti, siamo i più titolati: celebriamo una storia e un mito, ci sarà sempre la Ferrari in F1, ci apparteniamo a vicenda. Questo team ha già avuto momenti di difficoltà in passato, ne verremo fuori come abbiamo sempre fatto e lo faremo insieme ai nostri tifosi“.

Foto in alto: Twitter Formula Uno