gp 70 anniversario

Il secondo appuntamento sul circuito di Silverstone premia la Red Bull e il talentuoso Max Verstappen. Il pilota olandese conduce una gara impeccabile, che lo porta alla vittoria.

Il Gran Premio del 70° Anniversario è pieno di sorprese e stravolge i pronostici, del dopo qualifiche. Leclerc parte ottavo, scivola subito in decima posizione, ma riesce a chiudere al quarto posto.

Le due Mercedes partono davanti a tutti ma questo non basta.

Terminano la gara al secondo e terzo posto, dopo problemi alle gomme.

Verstappen punta tutto sulle gomme

Il trionfatore di questa gara di Formula Uno è Max Verstappen che racconta la sua vittoria ai microfoni di SkySport, come riportato da FormulaPassion.it: “Penso che la strategia fosse quella giusta. Siamo partiti bene e quello è stato fondamentale perché siamo rimasti fuori dai guai. Poi abbiamo messo pressione alle Mercedes. Dopodiché sono rientrato e ho potuto fare il mio ritmo al comando, il che è stato importante”.

Verstappen ha rivelato i suoi punti di forza odierni, da un lato la strategia, dall’altra le gomme: Non ho mai avuto problemi di gomme e questo mi ha permesso di fare il mio passo.

C’è stata una bella lotta, anche se rapida, con Valtteri… Siamo rientrati allo stesso giro per l’ultimo stint e le gomme hanno funzionato molto bene fino alla fine“.

Per Hamilton giornata negativa

Hamilton non ci sta con il suo secondo posto, che ai microfoni di SkySport ha descritto come un risultato non positivo, come riportato da FormulaPassion.it: “Oggi è stato un vero e proprio shock per noi… Normalmente qui faticavamo sull’anteriore, invece oggi abbiamo sofferto con il posteriore ed è molto strano. Comunque anche se il risultato non è stato positivo mi sono divertito, è stata una vera e propria sfida oggi”.

Il campione ha commentato anche la scelta di effettuare un’ultima sosta, invece di provare a tirare verso la vittoria: “Non fare l’ultima sosta? Sì ne avevamo parlato e ci ho pensato, ma sembrava che dovessero esplodere le gomme. Con i problemi che abbiamo avuto l’ultima gara non ho voluto rischiare… Penso che sia stato più giusto fermarsi alla fine”.

Leclerc incredulo ma felice

Leclerc ha sicuramente affrontato il Gp del 70° Anniversario in modo molto positivo, rimontando dal decimo al quarto posto. Il pilota ha ammesso di essere soddisfatto dalla sua performance, come riportato da Motorsport.com: “Per me questo quarto posto è come una vittoriaBrutto sentir dire questo, ma bisogna essere realisti e vedere com’è la nostra situazione adesso“. E ancora: “Siamo partiti dall’ottavo posto e se questa mattina mi avessero detto che avremmo chiuso quarti, avrei firmato immediatamente. Il quarto posto era insperato e sono contentissimo“.

Leclerc non sa spiegare la forza della sua monoposto, ed è pronto a lavorarci su: “Onestamente non capisco proprio dove siamo riusciti a centrare questa performance... Sono molto contento, ma ora sono curioso di analizzare i dati per capire da dove arriva questa performance“.

Vettel polemico con la scuderia

Vettel non ha brillato nel Gran Premio del 70° Anniversario e, in generale, ha dovuto affrontare problemi in tutti gli appuntamenti in terra inglese, sia in gara che in prova. Ai microfoni di SkySport ha commentato la performance odierna, come riportato da FormulaPassion.it: La strategia non è stata grandiosa. Abbiamo fatto esattamente quello che volevamo evitare. Non so cosa abbiano pensato in quei momenti, ma vabbè, andiamo avanti“.

Quindi Vettel pensa ad un errore di strategia della scuderia e dichiara francamente la sua opinione: “Siamo reduci da due settimane molto negative. Non so cosa sia successo in termini di passo. Di certo al momento non sono le migliori giornate per me, è un po’ frustrante”.

La gara di Vettel è iniziata con un testa coda, che il pilota racconta così: “Non so cosa sia successo perché io ho cercato di tenermi fuori dai guai, ma ho avuto un colpo probabilmente dal cordolo e questo mi ha colto un po’ di sorpresa”.

L’attacco di Binotto

Mattia Binotto ha rilasciato delle dichiarazioni molto dirette nel dopo gara ai microfoni di SkySport, come riportato da FormulaPassion.it. Il team principal ha dato la sua opinione sulla gara di Vettel:Credo che non lo abbiamo penalizzato… è arrivato dodicesimo e sarebbe arrivato dodicesimo comunque, la sua gara è stata compromessa in partenza e credo che sia questo che sia capitato più che la strategia“.

Inoltre con un semplice paragone, Binotto ha chiarito ulteriormente la sua opinione sulla faccenda Racing Point-Mercedes: “Un compito c’è chi lo copia e chi lo passa“.

Foto in alto Instragram Max Verstappen