gp silverstone

Un Gran Premio dal finale memorabile, così è stata la gara di Silverstone della stagione 2020 di Formula Uno. La vittoria è andata al campione Hamilton, ma il suo modo originale di tagliare il traguardo la dice tutta sulle emozioni degli ultimi minuti.

Una vittoria arrivata su sole tre ruote, con il compagno di squadra, Bottas, che perde la zona punti a due giri dalla fine e la Ferrari che agguanta il podio con Leclerc.

Un risultato non sperato, quello della Rossa, malgrado il buon piazzamento in qualifica.

Hamilton: i brividi dell’ultimo giro

Hamilton ha raccontato le emozioni del suo ultimo giro al cardiopalma, come riportato da Motorsport.com: “In rettilineo la gomma è improvvisamente scoppiata Mi sono trovato con il cuore in gola perché non sapevo se sarei riuscito ad arrivare al traguardo“.

Il campione, malgrado il grosso impedimento, ha portato a termine la gara con carattere: “Non so come ho fatto ad arrivare fino al traguardo.

Forse avremmo dovuto effettuare una sosta in piùSono rimasto concentrato nel concludere la gara e la macchina curvava ancora bene”.

Sul pericolo Verstappen, Hamilton ha aggiunto: “Successivamente mi hanno comunicato che il gap stava iniziando a ridursi. Ho cercato di spingere al massimo tra curva 15 e 16 e ad un certo punto ho sofferto di un sottosterzo tremendo. Ho pestato forte sul gas dando tutto, ma ero piuttosto tranquillo”.

Leclerc realista e soddisfatto

Appena ho sentito che Bottas aveva forato ho rallentato molto per non rischiare, anche perché poi abbiamo visto che sia Lewis che Sainz hanno avuto lo stesso problema“. Una gara gestita con intelligenza e pazienza quella di Charles Leclerc, che ha saputo sfruttate la debolezza degli avversari e prendersi il terzo posto.

Leclerc si è detto felice della sua prestazione e del piazzamento finale, aiutato anche dalla fortuna, come riportato da Motorsport.com: “La gara è stata complicata, ma lo sapevamo. Credo che siamo riusciti a fare il massimo possibile, anche con un po’ di fortuna, però sono molto contento… Non è ancora quello che vorremmo, ma l’opportunità l’abbiamo colta e sono felice così“.

L’amarezza di Vettel

Di tutt’altro umore il compagno di scuderia, Vettel, come riportato da Formula Passion.it: “Il risultato è stato molto scarso, ma la macchina era estremamente difficile da guidare“.

Il tedesco, dopo un weekend difficile, anche nelle prove libere, ha finito la sua gara al decimo posto: “Senz’altro se fatico per così tanti giri in gara, e in sostanza dall’inizio alla fine, probabilmente c’è qualcosa che non è andata come doveva…. Chi mi stava vicino era più veloce di me, tutti erano più veloci“.

Un’analisi non felice quella di Vettel, che vuole vederci chiaro in vista del prossimo Gp: “Dobbiamo guardare. Ovviamente se guardiamo il giro non c’è punto in cui guidavo male o un problema particolare. Perdevamo tempo lungo tutto il giro”.

Le dichiarazioni di Binotto

Anche il team principal della Ferrari, Mattia Binotto ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di SkySport, riportate da Motorsport.com: “Charles è stato molto bravo sia ieri in qualifica che oggi in gara nel gestire le gomme…. Ha fatto un ottimo lavoro con i nostri ingegneri, dando indicazioni molto precise e non prendendosi rischi”. E ancora: “Diciamo che ha applicato il concetto di andare piano per arrivare in fondo. Questa è stata un po’ la sua gara, ma l’ha gestita molto bene ed è stato premiato alla fine“.

Binotto ha commentato molto lucidamente anche la prestazione generale della monoposto Rossa, ancora deludente e, quella di Vettel: “La parte meno bella del weekend è ancora la prestazione della vettura… E’ chiaro che i piloti possono anche non trovarsi a proprio agio. Questo è stato il caso di Sebastian“.

La Ferrari è pronta a lavorare per migliorare ulteriormente la performance: “Ora abbiamo qualche giorno per analizzare tutto con lui e provare qualcosa di diverso, che lo possa mettere in condizione di lottare“.

Verstappen: un’occasione persa

Max Verstappen ha avuto l’opportunità di scalzare Hamilton dal gradino più alto del podio, viste le difficoltà del campione, ma un pit stop di troppo è stato fatale: L’anteriore destra sembrava ormai usurata e quando Valtteri ha forato ho preferito rientrare per non correre rischi, oltre al fatto che con gli pneumatici nuovi avrei potuto fare il giro veloce“.

Il pilota olandese è comunque molto contento della sua prestazione come riportato da Motorsport.com: Purtroppo nel momento in cui ero ai box anche Lewis ha forato, ma vabbè... Sono contento del secondo posto, per noi è un altro buon risultato. Si può definire fortuna o sfortuna, dipende da come la guardi“.

Foto in alto Instagram Ufficiale Formula Uno