Lewis Hamilton festeggia il suo sesto titolo

Il 2020 non porterà grandi cambiamenti in casa Ferrari in merito ai piloti che saranno chiamati a fare il possibile per riportare a Maranello un titolo che manca ormai dal 2007. Sebastian Vettel e Charles Leclerc sono stati infatti confermati, ma con l’auspicio che sappiano fare tesoro degli errori commessi in questa stagione che hanno impedito di poter insidiare la Mercedes nella lotta per il titolo. Non manca però chi inizia già a guardare a un futuro non troppo lontano: e se arrivasse Lewis Hamilton alla scadenza di contratto del tedesco?

La possibilità non è da escludere, anche se c’è chi pensa sia più giusto valorizzare il giovane monegasco.

Pronti a tutto per vincere

Se si desidera competere ad alti livelli la programmazione e la cura dei dettagli sono fondamentali. Questo lo sanno bene in casa Ferrari, dove sta ormai diventando decisamente frustrante stare a guardare gli avversari trionfare. La voglia di interrompere il dominio Mercedes è quindi fortissima, ma nemmeno il 2019 ha permesso di porre fine a questa astinenza di vittorie.

Charles Leclerc ha comunque fatto vedere segnali incoraggianti soprattutto in ottica futura e sono in tanti a scommettere che possa essere lui la persona giusta per riportare un titolo a Maranello. C’è però allo stesso tempo una suggestione che molti non riescono ad allontanare: provare a fare il possibile per ingaggiare Hamilton non appena il suo rapporto con le Frecce d’Argento andrà in scadenza. Il britannico ha più volte strizzato l’occhio alla “Rossa” e non ha nascosto quanto l’idea possa essere allettante, anche se forse di difficile realizzazione.

Uno scenario accattivante

Pur essendo un’idea suggestiva, non manca chi nutre perplessità all’idea di poter vedere Lewis in Ferrari nel 2021. Il campione del mondo avrebbe infatti 36 anni, quindi tutta l’esperienza necessaria per togliersi una soddisfazione sul finire della carriera.

Tra i favorevoli ci sarebbe proprio Charles Leclerc, che avrebbe la possibilità di crescere ulteriormente al suo fianco e magari carpirgli dei segreti. “Se darei il benvenuto a Hamilton nel 2021 in Ferrari? Certo, siamo in F1 e vogliamo lottare contro i migliori” – aveva detto poco dopo l’ultimo Gran Premio ad Abu Dhabi.

Il britannico, interpellato sulla questione, ha invece cercato di tergiversare: “Io in Ferrari? Non lo so ancora, non ci penso al momento. Mi piace dove mi trovo, è un posto che amo, la squadra, l’organizzazione. È difficile immaginarsi altrove. È qualcosa di forte. Ci vuole tempo per costruire una cosa simile. Non si crea dall’oggi al domani e non la trovi in altri team“.

A non escludere lo scenario è anche Toto Wolff, il cui futuro nella scuderia tedesca potrebbe essere in bilico: “Lewis in rosso? Deve fare ciò che ritiene opportuno per sé: a volte cambiare fa bene“.

Insomma, tutto può ancora succedere.