contratti 2021

Si scaldano i motori della nuova stagione di Formula Uno. Il primo Gran Premio del 2021 sarà quello del Bahrain il 28 marzo. La gara australiana è stata, invece, spostata a novembre per il persistere della pandemia da Covid-19.

Il 2021 riserverà molte novità per i tanti cambi di casacca dei piloti, ma gli equilibri potrebbero essere rotti anche in vista del 2022. Per la stagione successiva, infatti, ben dieci piloti, devono conquistarsi un sedile.

La pressione dei contratti in scadenza quanto potrà influenzare l’andamento delle gare e quale sarà l’incidenza sui nervi e sulle prestazioni dei piloti?

La situazione della Mercedes

Finalmente Lewis Hamilton ha firmato il suo ingaggio per il prossimo anno. Il campione correrà ancora per la scuderia Mercedes, con la quale ha condiviso tantissimi successi. La firma dell’inglese era molto attesa, ma il fatto che sa arrivata così in ritardo apre nuovi scenari.

La conferma era in dubbio? Lewis potrebbe decidere di ritirarsi o di cambiare team? Il contratto riguarda solo il 2021, quindi per la stagione 2022 il suo sedile rimane, di fatto, il più ambito della griglia.

Ma la vera prova di forza dovrà farla Bottas. Il finlandese ha lottato con forza a inizio stagione 2020, ma, soprattutto dopo il prolungamento del contratto per il 2021, il pilota della Mercedes è sembrato un po’ spento. Adesso dovrà spingere per tenersi il posto anche nel 2022, soprattutto in luce del fatto che anche George Russell cerca ingaggio per l’anno futuro. L’inglese sarà il maggior propulsore e il più grande incubo del 2021 di Bottas, vista la sua prestazione eccellente nel suo unico Gran Premio alla guida di una Meredes. Sarà il prossimo pilota della scuderia tedesca? Chi perderà il posto? Hamilton o Bottas?

Dieci contratti in scadenza nel 2021

Anche in Red Bull la pressione è alle stelle. Ci si aspetta molto dal neo-arrivato Perez che, avendo firmato solo per un anno, dovrà dimostrare sul campo di meritarsi la riconferma. Gasly potrebbe ambire al suo posto, visto che il contratto tra il francese e l’Alpha Tauri scade nel 2021. Ma anche Ocon è nella stessa situazione e la sua prestazione potrebbe condizionare il suo futuro.

La Ferrari è fuori dai giochi di fine contratto ma un pilota della sua rosa, Antonio Giovinazzi, dovrà lottare per restare in Formula Uno. Anche il compagno di scuderia del’italiano, Kimi Räikkönen, deciderà durante la prossima stagione se prolungare la sua avventura nella massima competizione anche nel 2022.

Non dovrebbe avere grossi problemi a rinnovare il suo contratto Lance Stroll. Tutto da decidere invece per il giovane Yuki Tsunoda, che debutterà in Formula Uno con un contratto annuale con l’Alpha Tauri. Riuscirà con il suo talento a spodestare un veterano e ad assicurarsi un altro anno nel Circurs?

Leggi anche:

Tsunoda arriva in Formula Uno nel 2021

Tutte le incognite del nuovo anno di Formula Uno

Hamilton firma ancora con la Mercedes