gp argentina

Non c’è pace per la MotoGp. Anche il Gp in Argentina che avrebbe dovuto inaugurare la stagione 2020 è saltato. La causa è sempre il Coronavirus e la volontà di salvaguardare la salute di tutti: team, appassionati e addetti ai lavori.

Rinviato il Gp in Argentina

Dopo la cancellazione del Gp in Qatar, il rinvio di quello thailandese e di quello di Austin, anche il Gp in Argentina non si svolgerà nelle date previste dal calendario ufficiale.

La FIM ha pubblicato un comunicato in cui si legge: “A causa dell’attuale epidemia di coronavirus, il GP dell’Argentina è stato rinviato. La FIM, l’IRTA e la Dorna Sports si rammaricano di annunciare il rinvio del Gran Premio dell’Argentina, che avrebbe dovuto svolgersi dal 17 al 19 aprile. A causa dell’attuale epidemia di coronavirus, l’evento è stato riprogrammato per la fine della stagione“.

Le nuove date del Gp in Argentina

Lo slittamento del Gp argentino impone dunque nuove modifiche sul calendario delle competizioni di MotoGp. Si tratta di decisioni ponderate che le autorità sportive di riferimento non potevano non prendere visto il diffondersi del Coronavirus su scala globale. Tutelare il corretto svolgimento del mondiale di MotoGp significa anche non far correre dei rischi inutili a piloti, addetti ai lavori e appassionati.

Per questo, il Gp in Argentina si svolgerà il 22 novembre anziché il 19 aprile, quando era inizialmente previsto. I team dovranno dunque affrontare 3 Gran Premi uno dietro l’altro, visto che il 15 novembre è previsto il Gp delle Americhe, il 22 quello argentino e poi quello di Valencia il 29, slittato di una settimana per lasciare il posto a proprio quello argentino.

La FIM spiega dunque che l’inizio del campionato è perciò rinviato a maggio, con la prima gara in Spagna, il 3 maggio. Le date dei test di Jerez di MotoGp previsti alla fine della stagione verranno invece comunicate quando inizierà il Motomondiale.

Foto in alto: Shutterstock