valentino-rossi-positivo-covid

Il Covid-19 ha stravolto i calendari sportivi internazionali del 2020 e ritardato l’inizio di molte competizioni. Il numero di contagi è attualmente in ascesa e non risparmia volti noti e sportivi. Dopo la notizia di un membro dello staff positivo nel team Yamaha, prima della gara di Le Mans, adesso anche Valentino Rossi è risultato positivo al Covid-19.

Il padre del campione italiano aveva dichiarato da poco che il figlio gareggiava per la vittoria e invece, adesso, Valentino si trova ad affrontare una nuova sfida.

Rossi ha annunciato la sua positività con una story di Instagram, in cui il campione fa trasparire il suo stato d’animo e la sua delusione per dover saltare la gara di Aragon.

Il team director della Yamaha Meregalli e il managing director della Yamaha Lin Jarvis hanno commentato la notizia e parlato della possibile sostituzione, come riportato da SkySport.

Valentino Rossi invece ha ironizzato sulla sua situazione ai microfoni di Radio Deejay, come riportato da Motorsport.com.

Valentino Rossi ironico: “Il virus ci vede bene”

Dopo lo sfogo su Instagram di ieri, in cui Valentino Rossi annunciava di essere positivo al Covid-19, il campione è intervenuto oggi ad una trasmissione radiofonica di Radio Deejay.

Il pilota italiano è riuscito a ironizzare sulla sua situazione e sul fatto che altri illustri sportivi si trovano nelle sue condizioni. Difatti anche la campionessa di nuoto Federica Pellegrini ha annunciato proprio ieri la sua positività. Valentino Rossi ha commentato così: “L’ho scritto anche a Federica. Le ho detto che il virus ci vede bene, perché ha preso me, lei, Cristiano Ronaldo, Ibrahimovic. Ha alzato il tiro“. Valentino ha poi illustrato il suo stato attuale di salute: “Un’influenzona: febbre costante, mal di testa, mal di ossa“.

Il campione si trova in isolamento a casa: L’esito del tampone buono è arrivato nel pomeriggio ed era positivo, ma per fortuna che sono rimasto a casa, almeno sono da me… Se fossi dovuto rimanere una settimana rinchiuso ad Aragon, mi sarei buttato dal terrazzo“. Infine uno sguardo ai colleghi in pista: “Il nervoso non mi è ancora passato, ma stavo guardando le prove e non li stanno neanche facendo girare perché ci sono 5 gradi. Andare in moto con questa temperatura è pericolosissimo, ma io spero che scenda ancora, così li fermano“.

Jorge Lorenzo potrebbe sostituire Rossi positivo al Covid-19

Valentino Rossi ha raccontato di essersi sottoposto a tampone, dopo aver riscontrato dei sintomi:Purtroppo questa mattina mi sono svegliato e non mi sentivo bene. Mi sentivo particolare debole e avevo una leggera febbre, quindi ho chiamato subito il medico che mi ha fatto due test“.

Il tampone ha rivelato che Valentino Rossi è positivo al Covid-19. Ciò lo costringe di fatto a saltare la tappa di Aragon e forse anche il successivo weekend di gara. In questo caso, si dovrebbe procedere a sostituire il pilota, come da regolamento. Il nome in cima alla lista dei papabili sostituti è quello di Jorge Lorenzo, collaudatore e riserva Yamaha.

Il team director della Yamaha Meregalli ha parlato di questa possibilità: “Abbiamo un lasso di tempo di 10 giorni per trovare un sostituto. Di sicuro non lo faremo per Aragon 1, non abbiamo ancora parlato se farlo per Aragon 2″. E ancora: “Se Valentino non dovesse essere in grado di tornare a Valencia prenderemo più in considerazione l’ipotesi Lorenzo, anche se Jorge come abbiamo visto nei test di Portimao ha bisogno di girare un po’ di più“.

Le parole di Lin Jarvis

Il managing director della Yamaha, Lin Jarvis ha rilasciato delle dichiarazioni sulla positività di Valentino Rossi al Covid-19, augurandogli una pronta guarigione: “Questa è una pessima notizia per Valentino, per il nostro team e per tutti gli appassionati della MotoGP. Prima di tutto speriamo che Vale non soffra troppo nei prossimi giorni e che si riprenda nel più breve tempo possibile”. 

Jarvis ha inoltre parlato del momento vissuto dalla scuderia: “È un secondo colpo per la nostra squadra di MotoGP, visto che abbiamo già affrontato l’assenza del Project Leader Sumi e di 5 ingegneri alla gara di La Mans dopo che uno di loro era risultato positivo al test del coronavirus”.

Infine una riflessione sulla pandemia: “Quanto successo ci ricorda che non importa quanta attenzione si faccia, il rischio c’è sempre, lo dimostra anche l’aumento di casi in Europa… da ora in avanti staremo ancora più attenti per ridurre al minimo le possibilità di problemi futuri“.

Leggi anche:

Covid-19 nella MotoGp, un caso positivo in Yamaha

Due positivi al Covid-19 per la Mercedes

Valentino Rossi vuole vincere, le parole del padre

Foto in alto: Fotogramma Canale YouTube Rai