F1, quanto conta la bravura del pilota per vincere: uno studio risponde

tagli agli stipendi e cassa integrazione per la f1

Spesso ci si domanda quanto conti la bravura del pilota e il binomio vettura-team, per vincere in F1. La credenza popolare vuole che l’efficienza della vettura e l’ottima interazione con il team, contino più del pilota e del suo talento. Una ricerca dell’Università di Lethbridge, in Canada, analizza la stagione 2012-2019 per sfatare questo mito.

Conta più la vettura o la bravura del pilota in F1?

Dopo l’emozionante GP di Silverstone vinto da Carlos Sainz, una ricerca Università di Lethbridge ha provato a rispondere alla domanda: conta più la vettura o la bravura del pilota per vincere in F1?

Lo studio analizza otto stagioni, sfatando la cosiddetta regola dell’80-20, secondo cui l’80% del merito di una vittoria andrebbe al binomio vettura-team e il ristante 20% alla bravura e all’ottima guida del pilota.

Come riporta Gazzetta, nello studio pubblicato sulla rivista Applied Economics si legge: “La regola dell’80-20 è sbagliata perché non tiene conto di tutte le variabili, e il contributo vettura-team su un pilota è sopravvalutato. La loro influenza rappresenta solo il 20%, mentre l’abilità di un conducente il 15%. Conta soprattutto l’interazione tra i tre, per un valore del 30-40%, mentre gli episodi casuali che accadono durante una gara, le cosiddette varianti imprevedibili, valgono per la rimanente percentuale”.

L’importanza decisiva del pilota per la vittoria in F1

In base allo studio analizzato dall’Università di Lethbridge, una grande importanza in gara per vincere ce l’ha il pilota. Come riporta Gazzetta, il gruppo di ricercatori dichiara: I piloti forniscono preziosi input e feedback sullo sviluppo delle auto, anche fuori dalla pista quelli più qualificati, inoltre, migliorano il ritorno alla tecnologia del team e viceversa.” In conclusione: “Dopotutto, le monoposto di F1 non si guidano da sole, e le guide non possono fare il loro mestiere senza il mezzo“.

Dalla ricerca si evince, dunque, che non siano solo le prestazioni della vettura a far vincere il pilota; quest’ultimo ha un ruolo importante nel gestire tutte quelle variabili che formano la maggior percentuale nella possibilità di vittoria.

Leggi anche:

Leclerc vince il GP d’Austria ma la vettura di Sainz prende fuoco

ISA, alcolock e scatola nera: tutto sui nuovi sistemi di sicurezza stradale

Brutto incidente per Carlos Sainz senior: la vettura si capovolge

Advertisement

Potrebbe interessarti