foto di leclerc di profilo mezzo busto

La stagione di Formula Uno sta per partire, ma sarà certamente particolare per la Ferrari. La scuderia di Maranello si è infatti già mossa in ottica 2021: ad affiancare Charles Leclerc sarà infatti Carlos Sainz jr., uno dei piloti più giovani del Circus, ma il team ha grande fiducia nelle sue potenzialità. Prima di quel momento c’è però un’annata da affrontare con Sebastian Vettel, desideroso di concludere in maniera degna la sua esperienza in “Rosso” pur non essendo ancora riuscito a conquistare il titolo.

Questa situazione non può che generare sensazioni contrastanti tra i due: il monegasco ha voglia di dimostrare di avere tutte le carte in regola per riportare al successo il “Cavallino” e ha già in mente nuovi obiettivi da raggiungere, mentre il tedesco non conosce ancora il suo futuro.

Non solo Formula Uno per Charles

Il 2019 è stato certamente un anno positivo per Charles Leclerc in cui ha dimostrato, pur essendo ancora giovanissimo, di non avere alcun timore nel misurarsi con i suoi colleghi più esperti.

Poter contare sulla fiducia della Ferrari, che non ha avuto alcuna remora nel fare un piano a lunga scadenza con lui, gli ha certamente permesso di avere ancora più motivazioni in vista della nuova stagione che sta per partire.

Nel corso di queste settimane trascorse lontano dai circuiti, il monegasco ha comunque trovato una nuova passione in cui ha mostrato di avere talento: i Gran Premi virtuali, che si sono svolti sui circuiti che solitamente ospitano le gare ufficiali. Non tutto è andato però per il verso giusto in occasione dell’ultimo appuntamento, la 24 Ore di Le Mans virtuale: il pilota è stato infatti protagonista di un volo incredibile con la sua Ferrari. Lui ha però affrontato il tutto con la sua solita ironia: “Non so se ridere o piangere” – ha detto attraverso il suo profilo social.

Questa esperienza lo ha però davvero esaltato ed è pronto così a realizzare un nuovo sogno: provare in prima persona a partecipare all’iconica (ed eroica, per certi versi) gara. “Tutti i piloti hanno preso questo appuntamento seriamente, come se fosse una gara reale. Io non vedo l’ora di tornare in pista – ha detto ai microfoni di Motorsport.tv. Mi piacerebbe tantissimo fare la 24 Ore di Le Mans in prima persona, è una gara che fa parte della storia del Motorsport e che ho guardato da quando ero piccolo. Ovviamente vorrei farlo con la Ferrari“.

E Vettel cosa farà?

Decisamente diversa è invece la posizione di Sebastian Vettel, che dovrà affrontare la prossima stagione al via tra poche settimane quasi da “separato in casa” con la Ferrari, si potrebbe dire. I rapporti tra il tedesco e la scuderia di Maranello si concluderanno infatti alla scadenza del contratto, ma c’è la volontà da parte di entrambi di fare il possibile per agire da professionisti e raggiungere gli obiettivi.

Il destino del numero cinque è però ancora tutto da definire. Uno come lui che vanta quattro titoli in carriera ha certamente bisogno di una sfida che gli permetta di essere ancora protagonista e in cui non manchino le motivazioni. Le possibilità di vederlo alla Mercedes sembrano essere davvero poche e a questo punto nessuno scenario può essere escluso. Ad avere le idee chiare su quello che potrebbe succedere è Mark Webber, compagno di Seb alla Red Bull: “Credo che si prenderà un anno sabbatico – sono le parole dell’ex pilota riportate da Motorsport.com -. Spero che un periodo di pausa possa fargli bene per tornare in Formula 1 con il suo spirito competitivo per lottare nuovamente al vertice. Ha avuto momenti difficili alla Ferrari, non c’è dubbio. Credo che sentiranno la sua mancanza. Penso che gli mancherà la sua esperienza. Leclerc è assolutamente un pilota di classe mondiale, ma credo che nel breve termine sentiranno la mancanza dell’esperienza di Vettel”.

Foto: Instagram Charles Leclerc