lewis-hamilton-non-sara-investigato-fia

La FIA avrebbe deciso di non aprire un’investigazione sulla maglietta contro il razzismo indossata da Lewis Hamilton durante il Gp di Toscana, che aveva un riferimento esplicito al caso di Breonna Taylor, ma vorrebbe emanare delle linee guida per chiarire ai piloti cosa sarà lecito fare e cosa invece no, prima e dopo la gara. Intanto, attraverso una Instagram story, il campione del mondo di Formula Uno ha chiarito che non ha intenzione di smettere di veicolare messaggi per sensibilizzare il pubblico.

La FIA pronta a emanare linee guida

Stando a quanto riferito da Sky Sport UK, la FIA non aprirà un’investigazione su Lewis Hamilton, ma si starebbe preparando a emanare delle linee guida che serviranno ai piloti per capire cosa sarà lecito fare a anche cosa sarà permesso indossare. Il “caso” è nato dopo la gara del Mugello, in cui il campione del mondo ha portato a casa la sua 90esima vittoria, avvicinandosi a raggiungere il record di Michael Schumacher.

Il campione ha indossato una maglietta con la scritta Arrestate gli agenti che hanno ucciso Breonna Taylor” sul fronte, mentre sul retro recava una foto dell’operatrice sanitaria di Louisville con le parole “Dite il suo nome“. Il contenuto della maglietta avrebbe portato a pensare che fosse di natura politica.

Il caso di Breonna Taylor ha avuto risalto in America, e poi in tutto il mondo, dopo la morte di George Floyd. Il movimento Black Lives Matter, sostenuto anche da FIA e Formula Uno, ha dato risonanza alla tragedia. Breonna Taylor è stata uccisa in casa sua quando, lo scorso 13 marzo, durante un’operazione antidroga, 3 agenti in borghese avrebbero fatto irruzione in casa sua. Il suo compagno, scambiandoli per ladri, avrebbe fatto fuoco e, a loro volta, gli agenti avrebbero risposto al fuoco esplodendo una decina di colpi e uccidendo la donna di 26 anni. Ad oggi, non sarebbe arrivata alcuna condanna contro gli agenti per la morte di Breonna Taylor.

Hamilton continuerà a veicolare messaggi antirazzisti

Dopo la notizia che la FIA avrebbe potuto aprire un’investigazione contro di lui, Lewis Hamilton ha chiarito che continuerà a veicolare messaggi rivolti a sensibilizzare le persone contro il razzismo, per l’uguaglianza sociale e l’ambientalismo. Queste le parole scritte dal campione del mondo in carica di Formula Uno: “Voglio che voi sappiate che non mi fermerò, non smetterò, non rinuncerò ad usare questa piattaforma per fare luce su quello che credo sia giusto. Voglio ringraziare tutti voi che continuate a supportarmi, a mostrarmi amore, vi sono così grato“.

messaggio-hamilton
Foto: Instagram Lewis Hamilton

Proprio ieri, Hamilton aveva pubblicato sul suo profilo Instagram due foto in cui è ritratto con la maglietta di Breonna Taylor. Sulla didascalia della foto si legge: “Sono passati 6 mesi da quando Breonna Taylor è stata assassinata dai poliziotti, nella sua stessa casa. Ancora non è stata fatta giustizia. Non resteremo in silenzio“.

Foto in alto: Shutterstock