motogp partenza in pista foto dei piloti sulle moto sul circuito

Si fa sempre più nebuloso il destino di questa stagione del Motomondiale, che ancora non ha certezze sul momento della partenza. Ora, all’elenco di gare cancellate si aggiungono i 3 Gp in Germania, Olanda e Finlandia. I tre Gran premi erano in programma il 21 (Sachsenring) e 28 giugno (Assen), e il 12 luglio (KymiRing). A questo punto il primo evento che resta in calendario è quello di Brno del 9 agosto, ma le certezze sono poche sull’effettivo svolgimento della competizione.

Slitta ancora la partenza del Motomondiale

I protagonisti del Motomondiale scalpitano all’idea di poter tornare in pista, ma potranno farlo solo quando non ci saranno rischi per la salute di tutti. Solo pochi giorni fa si era parlato di un rinvio del Gran Premio di Olanda in seguito alle misure di contenimento del Coronavirus annunciate dal governo olandese. Stessa sorte era toccata alla tappa in Finlandia, sempre su impulso dell’esecutivo locale.

Ora invece si ha la certezza che anche il Gran Premio di Germania non si svolgerà quest’anno. “La FIM, l’IRTA e la Dorna Sports si rammaricano di annunciare la cancellazione delGran Premio di Germania, del Gp di Assen e del Gran Premio della Finlandia – si legge nella nota ufficiale diramata -. L’attuale epidemia di Coronavirus ha obbligato la cancellazione di tutti e tre gli eventi“.

La posizione di Ezpeleta

Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna, si sta muovendo in queste settimane per far sì che la stagione 2020 di MotoGp possa avere un numero di gare adeguato per essere considerata regolare, ma l’evolversi della pandemia al momento non consente di fare previsioni concrete. Sul comunicato si leggono le parole del CEO: “È con grande tristezza che annunciamo la cancellazione di questi tre importanti Gran Premi nel calendario della MotoGP“.

A nome di Dorna, vorrei ringraziare tutti i fan per la loro comprensione e pazienza mentre aspettiamo che la situazione migliori. Non vediamo l’ora di tornare al Sachsenring e al TT Circuit Assen nel 2021 e aspettiamo con impazienza il debutto nel Grand Prix del nuovo KymiRing nella prossima stagione” – ha concluso il patron del Motomondiale.

Foto in alto: Shutterstock